Il Meeting di Cl riempie la Fiera ma non la Rete

Il Meeting di Cl riempie la Fiera ma non la Rete

Riempie l’agenda politica ed economica. E – forse – non potrebbe essere altrimenti, vista la lista di manager, imprenditori e politici che “passano” da Rimini, al Meeting per l’amicizia fra i popoli, anche se ormai, lontane le edizioni degli anni ‘80, è semplicemente, “il meeting”. Ma non riempe la Rete. 

Per capire la forza del movimento su Internet ci sono diversi punti di partenza possibili. Il primo è il sito ufficiale, meetingrimini.org. Il rank del sito nelle analisi di traffico di Alexa è 4,726°, con ogni visita che porta, in media, a 5,7 pagine viste. Più che un sito, quello del Meeting è un portale, con una web tv sia in streaming live che on demand, aggiornata continuamente durante il giorno. Non manca neanche la pubblicità degli sponsor dell’evento, e uno spazio amarcord con un archivio di tutte le edizioni passate, sempre a Rimini. Sempre sul sito si vengono riportati i numeri, forniti dagli organizzatori «Ad ogni edizione 800.000 presenze, 20 nazionalità presenti, 4.000 volontari, 130 incontri, 250 relatori, 8 mostre, 35 spettacoli, 10 eventi sportivi, 170.000 mq allestiti, 1.000 operatori dell’informazione accreditati, oltre 200 partner e sponsor». A questi ultimi, vengono forniti anche dati demografici su chi frequenta il meeting: la maggioranza dei visitatori ha meno di 40 anni e proviene dal Nord Ovest (Lombardia, Piemonte, Liguria, Val d’Aosta). La mappa interattiva informa su cosa si trova dentro la fiera, fra i vari padiglioni e stand allestiti.

Sul sito, oltre alla web-tv, c’è anche il quotidiano pubblicato nei giorni del meeting. Un .pdf, sfogliabile, di venti pagine, con tanto di pubblicità. Titolo del primo numero del 2011, con foto del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e Benedetto XVI, “Libero Stato in Libero Meeting”, eco un po’ diverso della frase di Cavour «libera Chiesa in libero Stato». Finito di sfogliare il quotidiano, si può sempre usare l’app dedicata al Meeting. «Sul tuo Ipad o IPhone il programma aggiornato in tempo reale, la mappa dettagliata con le sale dei convegni, le mostre e gli altri spazi della fiera». Questa la descrizione dell’app, realizzata da Fotonica che ha sede a Borgo Maggiore, nella vicina Repubblica di San Marino.

E sul versante social? Non manca il canale Twitter ufficiale, MeetingRimini, la cui auto descrizione è «the biggest summer festival of encounters, exhibition, music and live performances in the world». Ma i follower sono pochi rispetto al meeting di carne ed ossa, solo 450, mentre sono circa 80 gli account seguiti dal canale del Meeting. Il canale ufficiale invita con un tweet a «RETWITTARE. Il Meeting di Rimini quest’anno è anche Social: TWITTER, FACEBOOK e tanti altri canali.». Le hashtag su Twitter, #meetingrimini sembra essere la più usata, ma sopratutto dagli organizzatori o da chi ha stand , #meeting #rimini sono meno usate, mentre la tag #cl è usata per commenti apertamente ostili e critici. In tutta la giornata di giovedì, secondo Trendistic, un sito che analizza i trending topic su Twitter, non ci sono mai più di 30 tweet all’ora nella giornata di giovedì. Appunto, rispetto ai numeri “fisici” quelli “virtuali” sfigurano un po’. 

Su Facebook poi, la presenza appare ancora più esigua. Esiste un evento creato dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni però non è dato sapere quante persone aderiscono. L’invito è partito dalla sua pagina personale che ha raggiunto i 5000 amici, a cui sommare i 7,242 della sua fan page. Esistono 22 eventi diversi denominati “Meeting Rimini”, ma solo uno eccede i 100 partecipanti, quello dei volontari del Banco Alimentare Al Meeting di Rimini 2011 fai il volontario per il Banco Alimentare! che conta 293 partecipanti. Maggior attività è registrata dai post in giro per Facebook, sempre considerando “meeting” e “Rimini” come parole chiave di ricerca.

Fra Facebook e Twitter, l’impressione è quindi di trovarsi davanti ad un evento poco “social” a livello di scambio fra i vari utenti. Lo sforzo comunicativo del Meeting sulla Rete è imponente in termini dimensionali e declinato anche con un app apposita, ma pare anche molto top-down, fra sito, web tv, giornale, app per iPhone iPad e canale ufficiale di Twitter. Sarà da vedere se mai riuscirà a far sviluppare una partecipazione più orizzontale e più diffusa della attuale.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter