Indagine Enac: dopo Pronzato, i pm arrivano a D’Alema

Indagine Enac: dopo Pronzato, i pm arrivano a D’Alema

Lo ha detto per primo il tg La7 (qui la fotonotizia sul sito), ora lo confermano in tanti: il presidente del Copasir Massimo d‘Alema sarebbe indagato dalla Procura di Roma nell’ambito di uno dei capitoli dell’inchiesta che riguarda Rotkopf ed Enac. 

In particolare il punto dolente sarebbe la tangente pagata dai titolari della compagnia low cost Rotkopf Aviation all’ex consigliere di amministrazione dell’Enac Franco Pronzato (che era anche coordinatore nazionale del trasporto aereo del Pd). «Oramai diversi giorni fa abbiamo incontrato i pm Cascini e Ielo e abbiamo fornito loro ogni chiarimento sulla vicenda dei voli», ha dichiarato sulla questione l’avvocato di D’Alema Gianluca Luongo, cercando di minimizzare la notizia.

Secondo l’ipotesi d’accusa, D’Alema avrebbe beneficiato di cinque voli privati (partiti da Roma, Bari e Lamezia Terme) messi a disposizione gratis dalla compagnia low cost tra l’estate e l’autunno del 2010. In cambio, a quanto sembra, chiedevano favori.  

Il sito della compagnia aerea Rotkopf Aviation

Per approfondire guarda il Tg de La7

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020