Ma la cena da Berlusconi i militanti radicali non la digeriscono

Ma la cena da Berlusconi i militanti radicali non la digeriscono

Solo una settimana fa la discussa partecipazione al voto di fiducia, mentre tutte le opposizioni avevano disertato l’aula di Montecitorio con l’obiettivo di far mancare il numero legale. Ieri sera, l’incontro tra la delegazione dei Radicali e il premier Silvio Berlusconi. Una cena a Palazzo Grazioli, residenza romana del Cavaliere, che sta facendo storcere il naso a decine di militanti. Da una parte Marco Pannella, Rita Bernardini, Maria Antonietta Farina Coscioni e Valter Vecellio. Dall’altra il presidente del Consiglio, accompagnato per l’occasione dal sottosegretario Gianni Letta e dal segretario del Pdl Angelino Alfano. Al centro del vertice la riforma della legge elettorale, l’amnistia, le questioni etiche. «Tutto quello di cui vorremmo discutere con il Pd» ironizza Pannella su Radio Radicale. E proprio alla radio, poco dopo la mezzanotte di ieri, Pannella ha raccontato i particolari della cena. Un lungo intervento il cui video è pubblicato oggi sul sito del partito con l’eloquente titolo: «I Radicali magneno, s’abbuffano, trattano grana, a casa e a cena con Silvio Berlusconi».

Non solo di politica, dunque. Ma anche di «grana» si è parlato, come ammette ironicamente lo stesso Pannella. «Abbiamo trattato lungamente per far dare dei soldi a Radio Radicale. Ma lungamente eh!». Un resoconto sarcastico che lascia qualche dubbio. Perché i radicali «hanno sempre votato contro il governo Berlusconi», come ricorda la stessa Bernardini. Ma colpevole il clima di rottura con il gruppo alla Camera del Partito democratico, ora molti militanti temono che Pannella e i suoi stiano ripensando la propria collocazione in Parlamento. Magari trasferendosi nella parte di destra dell’emiciclo.

Sul sito dei Radicali si susseguono i messaggi degli utenti. Qualcuno difende il leader, che «riesce sempre ad avere un confronto con tutti i suoi interlocutori». La maggior parte critica la cena di Palazzo Grazioli. «Vergognoso e indecente» scrive Guvjc. «Non so come altro definire il comportamento dei deputati radicali e del brontosauro Pannella. Non mi stupirei affatto che finiste col sorreggere il peggiore governo della storia repubblicane e il più reazionario dei presidenti del Consiglio». Flo ironizza: «Perché una delegazione ristretta alla cena? Il prossimo sottosegretario a nonsochecosa era presente o non lo avete portato per non bruciare la sorpresa?». «Visto che il Pd non vi ascolta parlate con lo statista più bugiardo e illiberale degli ultimi 50 anno» si lamenta Flavio Mecucci. Un deluso si limita a dare consigli strategici per il prossimo futuro «Ora non vi resta altro che federarvi con Scilipoti! Che delusione, vi vendete al miglior offerente». In realtà, almeno per ora, l’accordo con Berlusconi è solo un’ipotesi. A breve, però, potrebbero arrivare le prime risposte. In queste ore i vertici del Partito radicale sono in riunione. «Finiremo nel pomeriggio» ha spiegato Rita Bernardini ai giornalisti dell’AdnKronos. Stasera l’annuncio?

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club