Tosi, la moglie e il buon partito

Tosi, la moglie e il buon partito

La Lega Nord ultimamente è un partito piuttosto litigioso. Ma almeno in famiglia Flavio Tosi sperava di non avere grane. Invece è stato smentito in diretta radiofonica, quando – lui presente in studio – hanno chiesto a sua moglie se lo voterebbe anche se corresse da solo per la rielezione a sindaco di Verona. «Premetto che sono residente a Vicenza, quindi non voto a Verona», ha esordito la dolce metà. «Ma comunque non lo voterei, voterei il candidato del Pdl. Io stimo mio marito e lui ha amministrato benissimo. Però io sono del Pdl e sono coerente col mio partito. Di conseguenza voterei per il Pdl».

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter