Riace, Calabria, il borgo torna a vivere grazie agli immigrati

Riace, Calabria, il borgo torna a vivere grazie agli immigrati

Riace è un piccolo borgo medievale appoggiato sulle pendici della Locride, in provincia di Reggio Calabria. Le ondate emigratorie dei suoi abitanti, all’estero o nel Nord Italia, hanno quasi finito per svuotarlo. Molte case erano disabitate o abbandonate. Ma il primo luglio del 1998, nello stesso mare dove nel 1972 erano stati ripescati i famosi Bronzi, arrivarono trecento curdi dall’Iraq e dall’Afghanistan. E la vita a Riace non fu più la stessa. Quello che a molti sembrava un problema, nel piccolo paese della Locride diventò invece la soluzione per risvegliare la comunità locale. Il sindaco, Domenico Lucano, racconta nel video le tappe principali del cosiddetto “modello Riace”.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta