Frode fiscale, sospetto evasore nel governo dei professori

Frode fiscale, sospetto evasore nel governo dei professori

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini si è dimesso una ventina di minuti fa dalla sua carica  in seguito al recapito di un avviso di garanzia da parte della Procura di Verbania. Secondo gli inquirenti l’avvocato romano, in qualità di consulente della società Giacomini, che produce rubinetti e impianti di raffreddamento, avrebbe messo in piedi una frode fiscale a carattere transazionale. Peraltro, la sua consulenza sarebbe stata pagata in nero su conti correnti esteri. 

L’azione della Procura, rivela l’agenzia Ansa, nasce dall’esame di alcuni documenti extracontabili della società, acquisiti dalla Guardia di Finanza nel corso di una verifica fiscale, dopo che alcuni soci dell’azienda avevano presentato una denuncia per aver ricevuto minacce di morte da soggetti della stessa Giacomini. Su questo aspetto specifico della vicenda stanno indagando i carabinieri. 

«Ho piena fiducia nell’operato della magistratura», ha dichiarato Zoppini. «Ritengo – ha aggiunto – che la situazione che si è creata sia oggettivamente incompatibile con la funzione di sottosegretario al ministero della Giustizia. Per non pregiudicare, quindi, l’azione del Governo e del ministro della Giustizia, che ringrazio per la fiducia che mi hanno voluto accordare, ritengo necessario rassegnare le mie dimissioni». Dimissioni apprezzate dai colleghi del governo Monti, che tuttavia non attenuano lo scalpore della vicenda: un sottosegretario alla Giustizia nel governo dei professori e dei tecnici, professore lui stesso (Diritto privato nell’Università di Roma Tre), coinvolto in una frode fiscale internazionale. La ministra della Giustizia Paola Severino ha espresso «piena fiducia e  profondo apprezzamento per il proficuo lavoro» svolto Zoppini. La ministra della Giustizia ha insistito perché Zoppini non lasciasse l’incarico: «Ho accolto con dispiacere le sue dimissioni che, nonostante le mie insistenze, ha ritenuto di dover confermare. Comprendo la sua esigenza di poter cos far valere pienamente le proprie ragioni nella sede appropriata».

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter