Portineria MilanoLa Procura lo indaga, il Trota è in vacanza in Marocco

La Procura lo indaga, il Trota è in vacanza in Marocco

Medina – E’ partito in tutta fretta martedì mattina dall’aereoporto di Malpensa Renzo Bossi, il figlio del Senatur indagato per appropriazione indebita dalla procura di Milano. Con un volo easyjet delle 910 ha raggiunto Marrakech insieme con la fidanzata e i suoi due badanti Monica Rizzi, ex assessore regionale allo Sport, e il compagno Alessandro Uggeri. Occhiali scuri, felpa blu, maglietta bianca, a chi lo ha visto è sembrato molto imbarazzato. E si è fatto però notare da alcuni passeggeri che si sono divertiti a prenderlo un po’ in giro. “Va che fisico la Trota!”, gli ha detto uno mentre effettuava il controllo passaporti. Bossi jr ha deciso nei giorni scorsi di fare questo viaggio in Marocco. La prima giornata l’ha trascorsa in piazza El-Fna, nella Medina di Marrakesh, tra i venditori marocchini di cobra e quelli che invece trascorrono la giornata suonando il flauto. Fa molto caldo in Marocco, ci sono circa 40 gradi all’ombra, ma Renzo non pare soffrirlo. Come non sembra preoccuparsi delle indagini a suo carico. Si mormora che dovrebbe rimanere qui ancora per una settimana, ma chissà che il clamore delle indagini a suo carico non lo spingano a tornare prima in Italia.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter