«Vai a lavorare!» Onore agli hacker che hanno colpito il sito di Sgarbi

«Vai a lavorare!» Onore agli hacker che hanno colpito il sito di Sgarbi

Hackerato il sito ufficiale di Vittorio Sgarbi: campeggiano in prima pagina le scritte «Vai a lavorare, coglione!» con un breve invito a seguire il consiglio.  Noto critico d’arte e polemista televisivo, Sgarbi non ha mai avuto problemi a gridare ai suoi avversari d «cercarsi un lavoro», invito sempre condito con le sue celebri invettive «capra! capra! capra!» o «ignorante!». L’ex-sindaco di Salemi, da qualche mese molto attivo su twitter e su internet, non è riuscito neanche nel web a trattenersi dalle polemiche facili con gli utenti. Un motivo che ha spinto ad hackerare il suo sito? Ma sarà stato veramente Anonymous come si sostiene in queste ore sul web? Di rivendicazioni al momento non ce ne sono state. 

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter