L’Anm bacchetta Ingroia: «Un magistrato non può fare affermazioni politiche». E da quando?

L’Anm bacchetta Ingroia: «Un magistrato non può fare affermazioni politiche». E da quando?

E d’improvviso l’associazione nazionale magistrati riscopre che un magistrato non può fare dichiarazioni politiche. Dopo un letargo di circa vent’anni, l’Anm si ridesta dal suo torpore e guarda caso bacchetta quelle toghe che alla festa del Fatto quotidiano non hanno preso le distanze dagli attacchi al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Tutto giusto, per carità. È una svolta storica, che va salutata con grande gioia per la democrazia. Resta solo il dubbio che l’Anm non si sia soffermata su quella fonte del diritto chiamata consuetudine.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta