Nicole Minetti tra le dieci parole più cercate su Yahoo

Nicole Minetti tra le dieci parole più cercate su Yahoo

Twitterrific: arriva la nuova versione dell’App

Twitterrific è uno dei Twitter client più utilizzati al mondo. Ora la società che l’ha ideata, Iconfactory, ne ha rilasciata una versione completamente rinnovata, al momento in offerta a metà prezzo sull’App Store (2,99 dollari). L’interfaccia è completamente personalizzabile, dal font alla dimensione delle foto; la timeline è perfettamente sincronizzata tra i vari device; inoltre, l’utente può effettuare il cambio in tempo reale tra un account e l’altro. (link

StickNFind: trova gli oggetti smarriti con il bluetooth

Sembra una moneta, ma è un piccolo adesivo con un sensore bluetooth incorporato. Applicato agli oggetti che usiamo di più nella vita quotidiana (portafoglio, telecomando, chiavi di casa), ci permetterà di ritrovarli in caso di smarrimento. Basterà semplicemente accedere all’applicazione giusta dal proprio smartphone e il radar vi indicherà l’esatta posizione degli oggetti nei paraggi. StickNFind ha appena portato a termine con successo una campagna di crowdfunding su Indiegogo. (link)

Youtube: lanciata la nuova interfaccia

Il design di Youtube cambia ancora: assomiglia sempre di più ad un misto tra la versione mobile e l’interfaccia di Google+. Il portale di condivisione video continua la sua ricerca della semplicità: meno barriere, meno rigidità, più spazi bianchi ed una grafica in generale più pulita. Il nuovo Youtube sta entrando in funzione proprio in queste ore, da un capo all’altro del mondo. (link)

Yahoo!: le dieci parole più cercate in rete

Il rivale storico di Google anticipa la pubblicazione del tradizionale Zeitgeist di Mountain View elencando le parole più cercate attraverso il proprio motore di ricerca. Ecco l’elenco per l’Italia, dalle 10 alla 1: Twitter, iPhone5, Calcolo IMU, Terremoto, Nicole Minetti, Beppe Grillo, Programmi TV, Oroscopo, Meteo, Facebook. (link)

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta