Portineria MilanoIl sindaco leghista: «Marò condannati? Indiani in mare»

Diano Marina, Chiappori minaccia ripercussioni sui residenti asiatici in Liguria

Giacomo Chiappori, Lega Nord, vecchia guardia di Umberto Bossi, sindaco di Diano Marina e non riconfermato in parlamento, rischia di scatenare una polemica diplomatica con l’India per le minacce scritte sul suo profilo Facebook: «Si, si, si ma attenti indiani che potete dire quello che volete ma se darete la pena di morte o anche l’ergastolo ai nostri Marò, avrete da vedervela non con il governo italiota ma con gli italiani e saranno tutti ca…vostri. Ogni minuto un indiano in mare». 

Chiappori, del resto, si era già distinto a dicembre per insulti agli indiani sul caso marò. «Apprendo adesso» scriveva «che gli indiani si prendono ancora tre mesi per decidere sui Marò. Questi stronzi di indiani ci stanno prendendo per il…..Ma purtroppo la verità e questa siamo un paese con troppi coglioni ma non quelli giusti altrimenti avremmo già spiegato e quegli adoratori delle vacche di riconsegnarci subito i nostri ragazzi altrimenti…….».

Ma ora la vicenda sembra farsi molto più seria e preoccupante. Al grido di «indiani in mare», c’è qualcuno che risponde persino al sindaco “invocando delle Olimpiadi di tiro all’Indiano». 

Secondo il sito www.sanremonews.it «è da qualche giorno che nei ristoranti, nei bar e lungo la passeggiata a mare di Diano Marina non si vedono più i venditori di rose e di oggettistica indiani, pakistani e cingalesi (gli ultimi due potrebbe essere scambiati per indiani,ndr). Le notizie nella comunità indiana, evidentemente corrono e i suoi appartenenti si sono ben guardati a restare nel territorio governato dal sindaco “sceriffo” di Diano Marina, Giacomo Chiappori».

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter