Trent’anni fa il primo Mac: le immagini di un successo

Stay hungry

Oggi affollano le scrivanie di redazioni e uffici, ma Macintosh (ormai Mac nel linguaggio corrente) sta cominciando a invecchiare. Ha infatti compiuto trent’anni il computer ideato da Steve Jobs e Steve Wozniak: il 24 gennaio del 1984 la Apple Computer presentava il primo pc della generazione Mac. Una lunga evoluzione, tra grandi successi e flop clamorosi, che ha portato ai modelli che noi tutti oggi conosciamo. Ecco una breve gallery dei modelli più conosciuti tratti dal sito Business Insider. 

Si tratta del primo personal computer Apple Macintosh originale. Al momento del suo lancio sul mercato costava 2.495 dollari. 

Il Macintosh 512k, messo sul mercato nel settembre del 1984, era identico al modello precedente ma con una memoria incorporata quattro volte superiore, da cui deriva anche il nomignolo “Fat Mac”.

Apple rilascia il Macintosh Plus nel gennaio 1986 al modico prezzo di 2.599 dollari. Si tratta del modello prodotto più a lungo da parte di Cupertino. Dotato di porte SCSI (Small Computer System Interface), permetteva agli utenti di connettere device esterni come hard disk, stampanti o lettori cassette magnetiche. 

Prodotto e venduto nel 1986, l’Apple IIGS tecnicamente non si poteva considerare un Mac. Suscita comunque interesse per il fatto che Steve Wozniak (amico di Steve Jobs e cofondatore di Apple) mise la sua firma alle prime 50mila unità.

Nel 1987 Apple II fu il primo personal computer a supportare un monitor a colori. E in più era dotato di una seconda unità floppy disk

Il Macintosh portatile, commercializzato nel settembre del 1989 per 6.500 dollari, fu il primo personal computer alimentato a batteria. Tuttavia ne venne fuori un prodotto estremamente costoso (6.500 dollari la versione senza disco rigido, 7.300 quella con hard disk) ma soprattutto molto pesante. I suoi 7,2 chili infatti contribuirono, con molta probabilità, a fare di questo device uno dei tra i più noti falimenti della società di Cupertino.

Dopo il flop ottenuto con il primo portatile, Apple si rifà qualche anno dopo. Nel 1991 la mela lancia il Powerbook 100, 140 e 170. Molto più sottile del modello precedente, generò oltre un miliardo di dollari di introiti solo durante il primo anno. 

Il Mac ventesimo anniversario (l’anniversario è riferita alla data di nascita della società) venne commercializzato nel 1997 in edizione limitata. Il prezzo era davvero proibitivo: per portarlo a casa infatti bosognafìva sborsare 7.499 dollari.

Il Macintosh tv ha inizialmente sofferto di una crisi di identità. Fu realizzato con una scheda di sintonizzazione TV via cavo e comprendeva anche un lettore cd. Fu il primo modello Macintosh di colore nero.

I Mac G3 vennero prodotti con dei monitor con delle custodie colorate trasparenti nel 1998. Passati alla storia per essere stati i primi prodotti messi sul mercato dopo il ritorno di Steve Jobs alla Apple.

Quest’anno Apple ha rilasciato il suo ultimo modello di Macbook Pro, che grazie al suo nuovo, processore realizzato da Intel, sembra girare il 90% più velocemente dei suo predecessori.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter