Chi sono davvero i mipsterz, i musulmani hipster

Chi sono davvero i mipsterz, i musulmani hipster

Chi sono i mipsterz? Sono il connubio tra musulmani e hipster. Una community e anche una moda che è diventata famosa nel dicembre 2013, quando in Rete ha cominciato a girare questo video.

La cosa ha provocato una certa curiosità. Ne hanno parlato in tanti, non si è capito bene. È marketing? È un movimento vero? Il video, che mostra belle ragazze col velo ma vestite in stile hipster, che ascoltano musica hipster e vanno in skateboard per le strade di New York, ha suscitato un certo interesse.

Hanno un sito per conoscersi, che è Hipster Shaadi. Aiuta a incontrarsi con «persone socievoli, aperte di mentalità, che amano studiare la tradizione musulmana, cucinare, parlare d’arte e di moda». Una cosa semplice, come dice qui, per riunire ragazzi e ragazze musulmani che studiano cinema, alcune si dicono progressiste, e femministe, e amano la cultura islamica e quella americana.

Insomma, la questione è interessnate. Per saperne di più, vi invitiamo a leggere questo bell’articolo di Les Inrocks. Oppure quest’altro apparso sulla Stampa.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta