Come si tira un rigore senza sbagliare mai

Come si tira un rigore senza sbagliare mai

Si parla di calci di rigore. Dove si deve tirare? Dove deve buttarsi il portiere per pararli? Secondo la scienza, il posto giusto è in mezzo alla porta. Proprio lì. La scienza, in questo caso, è un’elaborazione statistica condotta da Steven D. Levitt e Stephen Dubner, autori di Freakonomics e Super Freakonomics, e adesso di Think like a Freak.

Secondo gli studiosi, i portieri tendono a buttarsi per il 57% dei casi nella direzione opposta al piede più forte del tiratore: se è destrorso, a sinistra; se mancino a destra. Il contrario avviene nel 41% dei casi. Restano in mezzo solo nel 2% dei casi.

Ebbene: perché non tirare sempre in mezzo? Semplice. Il calcio di rigore è un momento di grande pressione psicologica. C’è la sfida tra rigorista e portiere; il calcolo delle possibilità; il lui-sa-che-tiro-di-qua, allora tiro-di-là. E poi la reputazione. Si tende a non voler sbagliare mai, soprattutto in gare internazionali. E allora ci si fida del proprio piede giusto. I fattori psicologici sono principali e battono quelli calcistici. E non è detto che sia la cosa giusta.

Guarda qui il link del video su Business Insider

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter