Perché i bus in ritardo arrivano tutti insieme

Perché i bus in ritardo arrivano tutti insieme

È uno dei fenomeni che hanno sperimentato tutti nella vita: i bus non arrivano mai e poi, chissà perché, arrivano tutti insieme. Non è un’impressione, né una leggenda metropolitana, ma un problema serio che gli amministratori cittadini cercano sempre di risolvere (senza riuscirci mai, tranne forse a Miami). In inglese il fenomeno si chiama “bus bunching”, perché i mezzi arrivano “in mazzo”, tutti insieme.

Questa animazione di Wbez, creata da Chris Hagan, rappresenta bene la questione: è un problema di fisica urbana, in cui gli ostacoli (imprevisti) che si frappongono tra una corsa e l’altra riducono i tempi e le distanze tra i bus. Gli autisti lo vivono con frustrazione, gli utenti con fastidio. Il problema è tutto di efficienza e pianificazione. Lo studio, americano, si concentra sulle soluzioni messe in cantiere dalla Chicago Transit Authority, ma può essere d’esempio per tutte le città.

Qui sotto c’è una serie di “pannelli” dall’animazione, e qui l’animazione stessa.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta