Cosa succederebbe se la Terra smettesse di ruotare

Cosa succederebbe se la Terra smettesse di ruotare

Non ci vuole Jimmy Fontana per sapere che, finora, il mondo non si è fermato mai un momento. E, secondo la scienza, mai succederà. Ma se succedesse? Se la scienza sbagliasse? Cosa accadrebbe di fronte a una improvvisa frenata del pianeta? Be’, più o meno tutto comincerebbe a volare, ma non sarebbe un gran divertimento.

Tutti sanno che, insieme alla Terra che gira, gira ogni cosa che si trova sulla Terra. E tutti sanno anche che un oggetto in movimento tende a continuare a rimanere in movimento, a meno che non subisca una forza contraria. Per cui, deduzione vuole che tutto ciò che non sia ancorato alla superficie (come una montagna), al momento dello stop continuerà a muoversi nella direzione in cui era diretto, cioè tangenziale alla Terra, alla stessa velocità.

Come si spiega bene qui, la velocità e il grado angolare dello sbandamento dipenderà dalla latitudine a cui ci si trova. Chi sarà presso uno dei due poli (sia nord che sud) rimarrà quasi fermo: basti pensare che pochi metri di terra impiegano 24 ore per fare un giro su se stessi, andando cioè a pochi centimetri all’ora. Chi invece sarà all’equatore, che è il punto in cui la Terra compie la rotazione più ampia, andrà velocissimo: 1.670 km all’ora, ben più di un aereo supersonico.

Insieme agli oggetti, ci sarà – come è ovvio – anche l’atmosfera, e sarà un bel guaio. Basti pensare che gli uragani a categoria cinque vanno a una velocità di 250 km all’ora. L’aria andrà a 1.670 km all’ora, creando la più grande tempesta di vento della storia del mondo. Chi sarebbe sopravvissuto al salto a velocità supersonica si ritroverebbe schiacciato dalla massa d’aria impazzita.

Non bastasse l’aria, c’è anche l’acqua: tutto il liquido degli oceani salterebbe lanciato a una velocità folle, travolgendo tutto e raggiungendo altezze impensabili. Il più grande degli tsunami possibili.

E se non bastasse, tutto il magma che c’è dentro la Terra non smetterebbe di ruotare, ma spinto per inerzia, si inoltrerebbe verso la superficie per tutte le vie possibili, determinando eruzioni per tutti i vulcani della crosta terrestre, con conseguenti terremoti in tutto il mondo.

Qui lo si può vedere bene:

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter