Attacco all’EuropaBruxelles, esplosioni in aeroporto e in metro: almeno 34 morti

Cosa è successo nella capitale belga, colpita da un grave attacco terroristico. identificati gli attentatori in aeroporto

Bruxelles ha subito questa mattina un doppio attacco terroristico. Due esplosioni sono avvenute nella sala partenze dell’aeroporto di Zaventem intorno alle 8. Secondo le autorità, si sarebbe trattato di un attacco suicida.

Un’ora più tardi un’altra esplosione ha colpito la stazione della metropolitana di Maelbeek, vicina al quartiere dove si trovano le istituzioni europee.

Il premier belga Charles Michel ha aggiornato nel corso di una conferenza stampa il bilancio delle vittime: ci sarebbero 13 morti e 35 feriti in aeroporto, e altri 15 morti e 55 feriti in metropolitana. Più tardi il bilancio si aggrava. Le vittime sarebbero almeno 34: 14 i morti accertati nelle esplosioni all’aeroporto, secondo quanto riporta il ministro della Salute belga, e 20 nell’attacco in metropolitana, secondo l’autorità della metropolitana di Bruxelles e il sindaco della città. I feriti sono almeno 130: tra questi ci sarebbero italiani, secondo la Farnesina.

Il governo ha dichiarato l’allerta massima in tutto il Paese. Gli investigatori hanno confermato la pista del terrorismo. Il ministro dell’interno francese, Bernard Cazeneuve, ha detto che verranno mobilitati 600 poliziotti supplementari per controllare le frontiere e i mezzi di trasporto pubblici. È stata chiusa la frontiera tra Belgio e Francia. L’aeroporto resterà bloccato anche mercoledì.

Gli attacchi sono avvenuti quattro giorni dopo l’arresto di Salah Abdeslam, l’ex primula rossa degli attentati di Parigi del 13 novembre 2015.


NELL’AEROPORTO DI BRUXELLES DOPO L’ESPLOSIONE (FONTE: AP)

 https://www.youtube.com/embed/uwtNdk6Dxw4/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Notizia in aggiornamento

12:15

L’uomo arrestato non sarebbe in realtà il terzo attentatore dell’aeroporto. Riguardo la donna italiana che sarebbe morta in metro, sarebbe una funzionaria della Ue di cui non si hanno notizia da stamattina.

11:00

Maurizio Lupi spiega all’uscita da un vertice con Matteo Renzi: «Il presidente del Consiglio ci ha informato che c’è una verifica in corso su una possibile vittima italiana», sarebbe «una donna che prendeva normalmente la metropolitana e che era dispersa». «Dovrebbe essere tra le vittime della metro ma la violenza dell’esplosione ha reso le vittime irriconoscibili».

10:50

Secondo i media belgi sarebbe stato arrestato Laachraoui, il terzo uomo dell’attentato all’aeroporto

09:33

Secondo la Farnesina ci sarebbe anche una vittima italiana: sono in corso accertamenti.

8:00

Sono stati identificati i due kamikaze responsabili delle esplosioni in eroporto: si tratta dei fratelli Khalid e Ibrahim El Bakraoui. Il terzo uomo, ancora ricercato, sarebbe invece l’artificiere.

17:15 Una terza bomba all’interno dell’aeroporto, ritrovata dai servizi di sicurezza, è stata distrutta, dice la Reuters.

16:40 La polizia belga ha rilasciato un’immagine dei sospetti coinvolti negli attacchi di martedì mattina all’aeroporto di Zaventem, a Bruxelles. Come specifica il giornalista Oliver Milne, il personaggio ricercato dalla polizia è l’uomo vestito di bianco a destra. Gli altri due soggetti sono sconosciuti. Uno dei tre, con tutta probabilità non quello in bianco, si è fatto saltare:

16:30 Lo Stato Islamico rivendica in via ufficiale l’attentato. Lo conferma l’agenzia AMAQ, vicina al gruppo terroristico: “Alcuni combattenti islamici – scrive l’agenzia – hanno compiuto questo martedì una serie di attacchi con l’utilizzo di cinture esplosive e bombe. Colpito un aeroporto e una stazione centrale della metropolitana di Bruxelles, capitale del Belgio

14.00 Il bilancio delle vittime sale a 34: 14 i morti nelle esplosioni all’aeroporto, secondo quanto riporta il ministro della Salute belga Maggie de Block, e 20 nell’attacco in metropolitana, secondo l’autorità della metropolitana di Bruxelles e il sindaco della città.

13.45 Sui social network si è diffuso l’hashtag #ikwilhelpen, “voglio aiutare” in lingua fiamminga, per offrire passaggi o chiedere passaggi in auto a Bruxelles per tutti coloro che sono rimasti bloccati. La rete dei mezzi di trasporto in città è stata interrotta.

13.40 La polizia continua a ispezionare l’aeroporto di Bruxelles perché non tutti i terroristi potrebbero essee usciti dallo scalo aereo di Zaventem, dice Sky Tg 24.

13.00 Secondo la tv di stato belga Rtbf, è stato trovato un kalashnikov vicino al settore partenze dell’aeroporto di Bruxelles.

11.40 Il premier belga Charles Michel ha aggiornato nel corso di una conferenza stampa il bilancio delle vittime: ci sarebbero 13 morti e 35 feriti in aeroporto, e altri 13 morti in metropolitana.

11.00

Il procuratore federale belga ha confermato che le esplosioni all’aeroporto di Bruxelles sono state causate da un attentatore suicida.

10.50

Secondo i vigili del fuoco, i morti al momento sono in totale 21.

10.20

Ci sarebbero almeno dieci morti nella esplosione alla stazione della metropolitana di Maelbeek, secondo la tv belga Vtm. La Commissione Ue, che si trova a 500 metri dalla stazione metro colpita, ha ordinato allo staff di non lasciare gli edifici.

La mappa degli attacchi di Afp

Il video dell’evacuazione di un convoglio della metropolitana di Bruxelles, tra le stazioni di Maelbeek e Arts-Loi Metro.

9.55

La tv pubblica belga parla di 13 morti e 35 feriti. All’aeroporto Zaventem si sarebbe trattato di un attentato kamikaze. Le esplosioni in totale nello scalo aereo sarebbero state due. Una terza bomba sarebbe rimasta inesplosa.

Il video dopo l’esplosione

9.38

C’è stata un’altra esplosione a Bruxelles, nella stazione metro di Maalbeek, a due passi dalla Commissione Ue, in pieno centro città. È stata chiusa tutta la linea metropolitana della città.

09.13
Secondo la polizia locale, sono stati trovati altri oridgni esplosi all’interno dell’aeroporto.

Aggiornamento 08.54
Le autorità governative parlano ufficialmente di attentato. Il bilancio ufficiale è di un morto. Media locali dicono che al momento ci sarebbero 10 morti e 30 feriti.

Alle 7 del mattino ora locale sono avvenute due espolsioni all’aeroporto di Bruxelles. Si parla al momento di diverse persone ferite ed alcune rimiaste bloccate sul luogo dell’esplosione. Secondo alcuni testimoni gli episodi sarebbero avvenuti nell’area dei check in delle partenze verso gli Stati Uniti, accanto al desk della American Airlines.

L’evacuazione dello scalo è in corso. Il traffico da e per Bruxelles è stato sospeso.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta