Parmesan e stampante 3D: il futuro è artigiano e italico

Piccolo è bello, ancora una volta. I nuovi modelli produttivi guardano alla tradizione (con la lente di Internet)

Giovedì 5 maggio, ore 21.00 – Sala Rivolta

PARMESAN & STAMPANTE 3D: IL FUTURO È ARTIGIANO E ITALICO

Ricordate quando ci dicevano che piccolo non era bello? Che l’Italia era tagliata fuori da tutte le innovazioni? Che per sopravvivere nella globalizzazione dovevamo giocare in difesa e proteggere l’autenticità dei nostri prodotti? Tutto sbagliato. Perché con la nuova manifattura, grazie a Internet e alle innovazioni del produrre, le piccole imprese possono arrivare ovunque e sconfiggere i giganti. E perché una grattata di Parmesan sugli spaghetti al sugo bolognaise è il primo passo conquistare il mondo con l’italicità.

Con Piero Bassetti e Stefano Micelli.
Modera l’incontro Francesco Cancellato, direttore responsabile Linkiesta.it

Stefano Micelli insegna International Management all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha scritto Futuro Artigiano (Marisilio, 2012), grazie al quale ha vinto il Compasso D’Oro, premio dell’Associazione Designer Italiani, per la prima volta assegnato a un economista, e Fare è innovare. Il nuovo lavoro artigiano (Il Mulino, 2016).

Piero Bassetti è nato a Milano nel 1928. È stato il primo Presidente della Regione Lombardia, Presidente della Camera di Commercio di Milano e di Unioncamere. È presidente e fondatore dell’associazione Globus et Locus, che ha la mission di aiutare le classi dirigenti a comprendere il nuovo mondo glocale. Il suo ultimo libro è Svegliamoci, Italici (Marsilio, 2015).

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta