Il Trono di Spade, che ne sarà di Jon Snow?

Oltre 140 mila spettatori italiani per la prima puntata della serie Hbo che ritorna su SKy Atlantic con il secondo episodio

  

La prima puntata ha tenuto incollati al divano 140 mila spettatori su Sky Atlantic (alle 3 del mattino) e per la seconda si è pronti al bis. L’inizio della nuova stagione di Game of thrones (Il Trono di Spade) non poteva essere dei migliori per una produzione che ha già battuto un record: l’episodio 1 è stato trasmesso in contemporanea in 173 Paesi. Il refrain, nonostante le differenze linguistiche, resta lo stesso: che ne sarà di Jon Snow? Per la risposta forse basterà questa serie. Di sicuro si dovrà aspettare per i libri. I testi dell’autore G.R.R. Martin sono praticamente finiti (o in lavorazione) e gli sceneggiatori della serie Hbo hanno dovuto muoversi su terreni inesplorati. Nel frattempo, l’Università di Monaco di Baviera ha pensato bene di spendere l’attesa a creare un algoritmo che riuscisse a calcorare le probabilità di dipartita di ogni personaggio. Il prossimo sulla lista è Bran Stark che proprio dalla seconda puntata dovrebbe fare il suo ritorno in scena, dopo aver vissuto una stagione cinque da comprimario.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club