Chiudete l'internetSe è Maurizio Mosca a spiegarci la crisi Tra Erdogan e l’Olanda

Mosca che sbrocca al Processo del Lunedì per parlare dei problemi sull'asse turco-olandese, o Wittgenstein citato da Di Maio per spiegare le pratiche di comunicazione grilline: i meme che parlano di politica seguono un nuovo trend

Rivista Studio ha giustamente parlato di “Gentrificazione dei meme”. Il fenomeno è in crescita e diventa alla portata di tutti: sono i meme politici divenuti sopraffini, arte vera, cultura. Ma alla portata di tutti.

Un esempio? Eccolo:

In sostanza, in questa vera e propria opera di Karbopapero 900, si prende un qualcosa di già conosciuto – in questo caso, la mitica scena di Maurizio Mosca che litiga con Squitieri e Sgarbi al Processo del Lunedì – e la si usa per spiegare un fatto politico d’attualità, in questo caso le tensioni tra Erdogan e l’Olanda. Ma c’è anche chi usa Wittgenstein per parlare dei metodi di comunicazione di Di Maio e dei grillini, come la pagina Logo Comune:


In fondo basta vedere quello che succede in tv o sui social, come sanno bene quelli di Socialisti Gaudenti:

Ecco, usare tutto ciò che ci passa sotto gli occhi giorno per giorno. O che ci è passato anni fa. Ed è un fiorire di pagine che si rifanno a una certa cultura, quella nella quale sono cresciuti molti di noi: come fa ad esempio la pagina Memcrazia Cristiana, che si rifà a tormentoni contemporanei (vedi l’identità della Ferrante), ma strizzando l’occhio agli anni d’oro della Balena Bianca.


Insomma, nel grande mare dei meme politici, chi si distingue è chi riesce a fare ridere con gli elementi più riconoscibili della nostra stessa cultura. Il trucco è semplice, come si vede anche in questa altra pagina dedicata alla Prima Repubblica:

Insomma, la Prima Repubblica è pur servita a qualcosa.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter