La classifica dei migliori e peggiori presidenti Usa per i mercati finanziari

La storia dell’indice S&P 500 ha premiato mediamente più i democratici, anche se il record appartiene al repubblicano Coolidge. Trump si avvia a chiudere l’anno con un incremento record. Ma i numeri non dicono tutto e lo raccontano i risultati sotto le presidenze di Bill Clinton e George W. Bush

Rick Kern / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

Nei primi nove mesi dell‘amministrazione Trump l’indice S&P500 della borsa di New York ha guadagnato il 12,40 per cento. È un risultato che se annualizzato corrisponderebbe a circa il 16,53% e che porrebbe il presidente-miliardiario al secondo posto della classifica – elaborata da Risparmiamocelo.it sui guadagni dell’S&P 500 avvenuti durante le varie amministrazioni statunitensi nell’ultimo secolo. La classifica dà alcuni verdetti: il maggior guadagno avvenne sotto una presidenza repubblicana (quella di Calvin Coolidge), ma in media i democratici hanno fatto meglio. Al secondo posto del ranking si posiziona Bill Clinton. Ma non fu vera gloria, perché sotto la sua presidenza si gonfiò la bolla delle Dot Com, che travolse George W. Bush.

(…)

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

Il maggior guadagno per l’ S&P500 è avvenuto sotto una presidenza repubblicana, ma in media i democratici hanno fatto meglio

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta