Quando gli investimenti sono etici i costi decollano

Molti investitori hanno piacere nel sapere che con i loro investimenti non stanno finanziando produttori di armi o società di gioco d’azzardo. Il consiglio però è di controllare cosa rimane dei rendimenti una volta tolti i costi

SPENCER PLATT / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

La “finanza etica” o “finanza sostenibile” sta ottenendo sempre più interesse da parte dei risparmiatori. Un’indagine della Nielsen ha appurato che quasi tre quarti dei Millennial pagherebbero un sovraprezzo per beni e servizi socialmente responsabili, quelli che hanno obiettivi di investimento diversi dalla mera ricerca del profitto.

Tra i vantaggi di questi investimenti c‘è l’effetto “feel-good” per i risparmiatori. Ma i costi sono generalmente maggiori, la diversificazione minore e il contributo al bene nel mondo difficilmente quantificabile.

(…)

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

«Esiste una e una sola responsabilità sociale dell’impresa: usare le sue risorse e dedicarsi ad attività volte ad incrementare i propri profitti a patto che essa rimanga all’interno delle regole del gioco. Il che equivale a sostenere che compete apertamente senza ricorrere all’inganno o alla frode»


Milton Friedman, premio Nobel per l’Economia nel 1976

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020