I millennials stanno ridefinendo i concetti di investimento e risparmio

Ai nuovi investitori non piace essere considerati parte di una fetta di mercato, ma individui unici. In più, vogliono il completo controllo delle loro finanze, e soprattutto comprendere le scelte del consulente a cui si affidano

I millennial sono la generazione nata tra la fine degli anni Ottanta e l’11 settembre 2001. Sono i 20-30enni che hanno affrontato la crisi e sono cresciuti con internet. Sono portatori di un nuovo modo di pensare, hanno aspettative inedite e hanno necessità sconosciute a chi è arrivato prima di loro.

Viste le premesse, è inevitabile che i millennials stiano ridefinendo il modo di fare business in molti settori, finanza compresa. Lo si osserva dalla diffusione di app per i pagamenti, dal grande utilizzo dell’home banking e nell’esplosione del Fintech.

Ma quali sono le caratteristiche dei nuovi investitori?

Continua a leggere su Risparmiamocelo.it

Viste le premesse, è inevitabile che i millennials stiano ridefinendo il modo di fare business in molti settori, finanza compresa. Lo si osserva dalla diffusione di app per i pagamenti, dal grande utilizzo dell’home banking e nell’esplosone del Fintech

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta