L’Intelligenza artificiale? Usata con consapevolezza, può aiutare gli investimenti

L'intelligenza artificiale in prima battuta ha generato entusiasmo nel mondo della finanza. Poi, dopo poco, tutti sono diventati diffidenti. Ora, dopo il successo in altri campi, è tornata di moda. Utilizzata in maniera rigorosa (e in alleanza con la statistica) può essere molto utile

Fino a qualche anno fa, tutti eran disillusi riguardo i potenziali benefici che la finanza poteva trarre dall’intelligenza artificiale. Concetti come “quant” e “algoritmo”, dall’iniziale entusiasmo che generavano, erano in breve diventati concetti accolti con diffidenza.

Ultimamente, però, gli hedge fund sono tornati a credere (e investire) nell’AI. Una spinta trainata dai successi della tecnologia in altri campi,come l’automazione o la robotica.

Come si può sfruttare l’intelligenza artificiale per fruttare i propri soldi? Leggilo su Euclidea

Gli hedge fund sono tornati a credere (e investire) nell’AI. Una spinta trainata dai successi della tecnologia in altri campi, come l’automazione o la robotica

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta