Il Giappone ha un debito pubblico molto più alto del nostro, ma non corre rischi. Ecco perché

Il debito pubblico del Giappone è alle stelle: le cifre parlano di oltre un quadrilione di yen, il 253% del Pil. Eppure, da quelle parti, nessuno ha mai sentito parlare di spread. Ma perché il loro debito è meno rischioso? Per capirlo bisogna vedere chi sono gli investitori che lo detengono

C’è un Paese, nell’estremo Oriente, al cui confronto il debito dell’Italia equivale a quattro spiccioli. Il debito pubblico del Giappone, infatti, ammonta a una cifra equivalente a 8mila miliardi di euro, oltre un quadrilione di yen, il quadruplo dell’Italia.

Eppure, il Paese del Sol Levante non corre alcun rischio. E nessuno, da quelle parti, ha mai sentito parlare di spread.

Ma come mai per il Giappone la crisi del debito non è un pericolo, nonostante il suo rapporto debito/Pil sia molto più alto rispetto a Grecia e Italia?

Continua a leggere su RIsparmiamocelo.it

Il debito pubblico del Giappone, infatti, ammonta a una cifra equivalente a 8mila miliardi di euro, oltre un quadrilione di yen, il quadruplo dell’Italia. Eppure, il Paese del Sol Levante non corre alcun rischio. Perché?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta