È morto Sergio Marchionne

Lo storico leader della ex Fiat era ricoverato a Zurigo dal 27 giugno per un intervento alla spalla. Sabato scorso il consiglio di amministrazione di Fca ha nominato il suo successore

Sergio Marchionne, ex amministratore delegato della Fca, 66 anni, è morto all’ospedale universitario di Zurigo dove era stato ricoverato il 27 giugno per un intervento a una spalla. L’ultima sua uscita pubblica risale al 26 giugno 2018. John Elkann aveva constatato che «Marchionne non potrà tornare a fare l’amministratore delegato».

Secondo Lettera 43, l’ex ad Sergio Marchionne avrebbe sofferto da tempo di un sarcoma alla spalla e sarebbe stato colpito da embolia cerebrale durante un intervento, precipitando in coma.

Sabato 21 luglio è stato convocato d’urgenza al Lingotto a Torino un consiglio di amministrazione straordinario, che ha sancito con qualche mese d’anticipo la staffetta che comunque era prevista per aprile 2019. Il nuovo amministratore delegato della Fca è Mike Manley, che oggi presenterà i risultati semestrali del gruppo Fca, gli ultimi raggiunti sotto la guida di Marchionne.

LEGGI: CHI ERA DAVVERO SERGIO MARCHIONNE, IL DURO IN PULLOVER CHE HA RIVOLUZIONATO LA FIAT

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta