Ecco perché i “neet” sono l’emergenza più grave per l’Italia

Secondo le ultime rilevazioni della Banca Mondiale nel nostro Paese venti giovani su cento non studiano, non lavorano e non partecipano a corsi di formazione professionale. Siamo penultimi in Europa in questa classifica. Peggio di noi solo la Macedonia del nord

NeONBRAND

Non studiano, non lavorano, non partecipano a corsi di formazione professionale. Sono i giovani tra i 15 e i 29 anni chiamati Neet, acronimo inglese che sta per «Neither in Employment nor in Education or Training«. Secondo la Banca Mondiale in Italia ce ne sono venti ogni cento giovani. In questa speciale classifica l’Italia è il penultimo Paese in Europa. Peggio di noi solo la Macedonia del Nord.

Vuoi sapere perché l’emergenza più grave per l’Italia sono i Neet?

Scoprilo su Risparmiamocelo.it

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club