SoldiEcco perché l’austerità potrebbe finire presto in Europa

Dal 2010 al 2018, il deficit dell’eurozona si è progressivamente ridotto e l’avanzo primario è aumentato ogni anno. I governi hanno alzato le tasse e ridotto la spesa pubblica, strozzando i consumi e riducendo il potenziale di crescita. Ma secondo uno studio le politiche fiscali potrebbero cambiare

PATRICIA DE MELO MOREIRA / AFP

Otto anni di austerità, ma presto potrebbe cambiare tutto. Un gruppo di economisti di Credit Suisse ha pubblicato di recente uno studio secondo cui è molto vicino l’arrivo di un vento di cambiamento nelle politiche fiscali dell’area euro. Dal 2010 al 2018, il deficit dell’eurozona si è progressivamente ridotto e l’avanzo primario è aumentato ogni anno. Ciò significa che i governi hanno alzato le tasse e ridotto la spesa pubblica, strozzando i consumi e riducendo il potenziale di crescita.

Vuoi sapere perché l’austerità potrebbe presto finire in Europa?

Scoprilo su Risparmiamocelo.it

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta