PrevidenzaIn pensione 5 anni prima con 1.000 euro al mese, come?

Grazie al fondo pensione ci si assicura una rendita quando si termina l’attività lavorativa e si anticipa la pensione: basta richiedere la RITA

Photo by pan xiaozhen on Unsplash

Chi ha un fondo pensione o è intenzionato a sottoscriverlo, si apre anche una vera e propria via di pensionamento anticipato. Infatti, se lo vorrà o se ne avrà bisogno, quando manca qualche anno alla pensione pubblica di vecchiaia (oggi 67 anni) può chiedere al proprio fondo pensione di farsi erogare la cosiddetta RITA – rendita integrativa temporanea anticipata.

Si tratta di una rendita mensile (o al massimo trimensile) ricavata dal capitale accumulato fino a quel momento e grazie alla quale, terminata l’attività lavorativa, si può contare su di un reddito ponte dalla richiesta fino alla pensione di vecchiaia, con un anticipo massimo di cinque anni. Se l’inoccupazione è prolungata, almeno 24 mesi, l’anticipo può essere anche di dieci anni.

Per esempio, si potrebbe godere di 1.000 euro al mese per cinque anni. Quanto versare nel fondo pensione per ottenere questo risultato varia molto dall’età in cui si è iniziato a contribuire: prima è meglio è.

Continuiamo a leggere su propensione.it per scoprire come andare in pensione prima grazie alla RITA.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta
Paper

Linkiesta Paper Estate 2020