TendenzeOnlineEcco quanto “pesa” il packaging sulla nostra spesa al supermercato

50 kg in 12 mesi è la quantità degli imballaggi per gli acquisti che gli italiani fanno al super. In totale, si tratta di 3 milioni di tonnellate di confezioni da smaltire. Un “peso” di cui le persone sono sempre più consapevoli per l’impatto ambientale che ha, e che guida le loro scelte

Photo by Mehrad Vosoughi on Unsplash

Fino a pochi anni fa era un tema da addetti ai lavori. Oggi, invece, il packaging è una questione rilevante anche per i consumatori. Ed è sempre più determinante nella scelta dei prodotti da acquistare. Lo conferma l’ultima edizione dell’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy, che ha voluto approfondire questo tema di grande attualità, misurando – per la prima volta – quanto, come e dove la riciclabilità degli imballaggi viene segnalata sulle etichette dei prodotti in vendita nei supermercati e negli ipermercati di tutta Italia.

Il punto di partenza è il (pesante) ruolo del packaging sul carrello della spesa: in Italia l’acquisto dei prodotti di largo consumo realizzato nei punti vendita della distribuzione moderna genera in un anno quasi 3 milioni di tonnellate di confezioni da smaltire.

Limitandosi ai prodotti grocery comprati in supermercati e ipermercati – i due canali commerciali più importanti, nonché quelli rilevati dall’Osservatorio Immagino – sono 1,2 i milioni di tonnellate di tara che ogni anno arrivano nelle case degli italiani. Si tratta soprattutto di contenitori per bevande (500 mila tonnellate) e per prodotti della drogheria alimentare (450 mila tonnellate).

Continua a leggere su TendenzeOnline

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club