AtlantiaEcco il piano di assegnazione gratuita di azioni per gli oltre 12 mila dipendenti

L’iniziativa finalizzata a rafforzare il legame azienda-lavoratore sarà sottoposta all’approvazione della prossima assemblea degli azionisti. Presidente e amministratore delegato della società si riducono del 25% il proprio compenso fisso da maggio a fine anno

FILIPPO MONTEFORTE / AFP

Un piano di assegnazione gratuita di azioni agli oltre 12.000 dipendenti delle società italiane del gruppo. È quanto è stato deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Atlantia, riunitosi oggi.

A beneficiare della misura saranno quindi i lavoratori a tempo indeterminato di Autostrade per l’Italia, di Aeroporti di Roma, di Telepass e delle rispettive controllate, oltre che delle altre società del Gruppo.

Ad ogni dipendente verranno assegnate 75 azioni di Atlantia, che agli attuali prezzi di Borsa corrispondono a un controvalore di circa 1.000 euro. Il piano prevede un numero massimo di azioni pari a 975.000, che equivale al 12 per cento delle azioni proprie attualmente in portafoglio della società.

La proposta sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea dei Soci del prossimo 29 maggio e l’attribuzione ai dipendenti è prevista entro l’anno corrente. Le azioni saranno depositate gratuitamente presso un conto titoli vincolato per un periodo di tre anni, al termine del quale saranno disponibili alla persona.

Si tratta di un’operazione significativa la cui finalità è rafforzare ulteriormente il legame tra il gruppo Atlantia e i propri lavoratori in Italia. In questo modo, pertanto, si verrà così a creare un “azionariato diffuso” tra tutti i dipendenti.

Nel corso della seduta, inoltre, il Presidente Fabio Cerchiai e l’amministratore delegato Carlo Bertazzo hanno comunicato al Consiglio la decisione di rinunciare al 25 per cento dei propri compensi fissi da maggio a fine anno, conferendo gli importi alla raccolta fondi promossa dal management del gruppo.

Le risorse saranno destinate al fondo istituito dal Comune di Genova per incrementare il numero dei buoni spesa alimentare per i cittadini genovesi in condizioni di difficoltà economica a causa del coronavirus. Una quota sarà invece impiegata per sostenere iniziative a favore delle famiglie dei dipendenti del gruppo Atlantia in Italia, come ad esempio il bonus babysitter per i genitori che torneranno al lavoro al termine dell’emergenza Covid-19.

Infine, visto il contesto di particolare difficoltà del sistema economico nazionale, i cui effetti stanno incidendo in modo significativo sull’andamento del traffico delle infrastrutture gestite da diverse società del Gruppo, nel 2020 non sarà avviato alcun piano di incentivazione a breve e lungo termine per il management.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta