CalcestruzzoL’azienda umbra di betonaggio che ha usato i fondi europei per esportare in Africa e Sud America

Per piccole imprese locali è difficile sbarcare nei mercati internazionali. Ma grazie al Fondo europeo di sviluppo regionale la Mixon ha potuto potenziare la sua sede in Algeria e aprirsi anche al commercio in Brasile

Afp

PlaYOURope è il format radiofonico che in 15 minuti racconta la politica di coesione dell’Unione europea e i suoi principali strumenti il Fondo Sociale Europeo e il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale attraverso le storie di chi, grazie a questi fondi, è riuscito ad esempio ad avviare una propria start-up ad alto contenuto di innovazione tecnologica, a rimuovere delle barriere architettoniche che impedivano la fruizione di spazi comuni o ancora a restituire alla cittadinanza beni dell’immenso patrimonio culturale a cui non si poteva più accedere. Il progetto è realizzato con il contributo di CesarAdisu e l’Officina

Può un’azienda piccola ma innovativa riuscire a entrare nel mercato globale? Sì, se a dare una mano ci pensano i fondi europei.

La storia di oggi è dedicata a un’azienda umbra, Mixon Srl, che ha saputo sfruttare le opportunità di un mercato in continuo cambiamento grazie a un finanziamento del Fondo europeo di Sviluppo regionale che ha permesso a questa piccola realtà di investire nell’internazionalizzazione d’impresa.

Ha potenziato la sua sede in Algeria e si è aperta al mercato brasiliano per vendere i propri prodotti e brevetti (tramogge di contenimento con materiali antiusura bullonati e removibili; sistemi a catenaria chiusa per il trasporto e dosaggio dei colori in polvere e micro-granuli; impianti di betonaggio mobili da cantiere e prefabbricazione).

Ce ne ha parlato Mirco Continelli amministratore di Mixon Srl:

Ascolta “Mixon SRL: dall’Umbria al mondo grazie al FESR” su Spreaker.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club