La grafica EurostatQual è lo Stato europeo che spende di più per gli assegni familiari

Nel 2017 la quota più alta di spesa è stata registrata in Lussemburgo con 3100 euro a persona, il doppio del secondo Paese in classifica, la Danimarca (1700 euro). Ultima la Romania con 100 euro. Italia a metà, poco sotto la media dell’Unione (675 euro)

I 27 Stati membri dell’Unione europea hanno speso complessivamente 301 miliardi di euro per assegni familiari nel 2017: il 2,3% del Prodotto interno lordo europeo e l’8,6% del totale speso in prestazioni di protezione sociale. La quota delle spese di protezione sociale per le prestazioni familiari varia in modo significativo tra i Paesi membri.

Il Lussemburgo spende per la famiglia il 15% delle prestazioni sociali totali (15,3%), seguito da Polonia (13,4%) ed Estonia (13,1%). Le quote più basse sono state registrate nei Paesi Bassi (4,2%) e in Portogallo (4,9%).  Il Lussemburgo è primo anche se si calcola la spesa per abitante, con 3100 euro a persona, seguita da Danimarca (1700 euro), Svezia (1400), Germania (1300) e Finlandia (1200).

Mentre nel 2017, tre paesi europei avevano spese per assegni familiari inferiori a 200 euro per abitante: Romania (100 euro), Bulgaria (130 euro) e Lituania (180 euro). L’Italia si posiziona a metà classifica (500 euro) poco sotto la media europea (675 euro)

Leggi il rapporto completo sul sito di Eurostat