La grafica EurostatI giovani croati sono i cittadini con più competenze digitali in Europa

In generale hanno competenze di base quattro giovani su cinque nell’Unione (80%). Le quote più basse sono state osservate in Romania (56%), Bulgaria (58%) e Italia (65%)

Negli ultimi mesi, molti cittadini europei tra 16 e 24 anni hanno dovuto seguire lezioni online a scuola e all’università a causa del lockdown. Ma i giovani del Continente hanno le competenze digitali necessarie per accedere a questi servizi online?

Nel 2019, quattro giovani su cinque (80%) di età compresa tra 16 e 24 anni nell’Unione europea (avevano competenze digitali di base o superiori. Un dato di 24 punti in più rispetto alla percentuale di individui di età compresa tra 16 e 74 anni (56%).

Tra gli Stati membri dell’Unione, la Croazia ha la più alta percentuale di individui di età compresa tra 16 e 24 anni con competenze digitali complessive di base o superiori (97%), seguita da Estonia, Lituania e Paesi Bassi (tutti e tre il 93%) e Grecia (92%).

Al contrario le quote più basse sono state osservate in Romania (56%), Bulgaria (58%), Italia (65%), Ungheria (68%), Lettonia e Lussemburgo (entrambi 75%).

Leggi il rapporto completo sul sito di Eurostat

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta