La grafica EurostatIl Lussemburgo è il Paese europeo con più studenti universitari stranieri

Croazia e Grecia sono gli stati membri con la quota più bassa di iscritti agli atenei provenienti dall’estero (3%) seguiti da Spagna e Polonia (4%). Mentre a Cipro sono il 24% e in Italia il 6%

Nel 2018, tra gli studenti universitari, quelli “mobili” (coloro che studiano in un paese diverso da quello in cui hanno completato l’istruzione secondaria) provenienti dall’estero nell’Unione europea rappresentavano l’8%.

Tra gli Stati membri dell’Unione, il Lussemburgo ha la quota più elevata (48%), seguito da Cipro (24%), Austria (18%), Cechia (14%) e Paesi Bassi (12%). Al contrario, le quote più basse sono state osservate in Croazia e Grecia (entrambe 3%), seguite da Spagna e Polonia (entrambe 4%), Slovenia, Lituania e Romania (tutte 5%).

Leggi il rapporto completo sul sito di Eurostat

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter