x The Adecco Group

Una carriera in pole position“Lead the Charge”: Mercedes e Modis aprono i circuiti della Formula E ai giovani talenti

Mercedes-EQ Formula E, in collaborazione con Modis, ha annunciato la ricerca di una figura che si unisca al team per una stagione. «Vogliamo incoraggiare le persone a pensare alle competenze e ai mestieri di domani», ha dichiarato Roberto Mansolillo, Head of Tech Consulting Solutions Modis Italy

(LaPresse)

La Formula E, il campionato dedicato alle monoposto elettriche, apre le porte ai giovani talenti che in futuro dovranno confrontarsi sempre più con la transizione green della mobilità. Mercedes-EQ Formula E, in collaborazione con il suo Official Engineering Partner Modis, ha infatti annunciato l’iniziativa “Lead the Charge”, con la ricerca di una figura che si unisca al team per la prossima stagione, al fianco del team principal Ian James.

«Si tratta senza dubbio di un’opportunità straordinaria per giovani talentuosi e con la passione per la tecnologia, l’innovazione e gli sport motoristici», ha commentato Roberto Mansolillo, Head of Tech Consulting Solutions Modis Italy. La risorsa che verrà selezionata per questo ruolo sarà basata a Brackley, nel Regno Unito, ma avrà anche la possibilità di intraprendere frequenti viaggi internazionali. Dovrà gestire importanti responsabilità e avrà la possibilità di osservare e apprendere i segreti necessari per far funzionare un team di Formula E di successo.

Modis, brand di The Adecco Group pioniere della smart industry, che offre competenze e soluzioni trasversali tra It e ingegneria digitale per accelerare l’innovazione e la digital transformation, «ha un’ampia esperienza nell’individuazione e nella formazione dei migliori talenti del mondo, non solo nei campi dell’ingegneria, ma anche in molti altri settori», continua Mansolillo, «per questo siamo orgogliosi di far parte del progetto Lead the Charge: vogliamo incoraggiare le persone a pensare alle competenze e ai mestieri di domani e a come possono influenzare positivamente il nostro futuro. L’aspetto che più ci sta a cuore è lavorare per un campionato a emissioni zero, un modo importante per contribuire alla creazione di un futuro sostenibile».

L’iniziativa punta infatti a selezionare un giovane talento che oltre a possedere una conoscenza in materie tecnico-ingegneristiche, e un forte interesse per l’innovazione e lo sport, dimostri anche particolare attenzione e passione nei confronti dei temi legati alla sostenibilità.

«Quando abbiamo iniziato a collaborare con Modis, sapevamo che uno degli aspetti chiave di questa partnership sarebbe stata la capacità di trovare persone con competenze tecniche altamente specializzate», dice Ian James, team principal del Mercedes-EQ Formula E Team. «Non si tratta di competenze facili da trovare, in particolare in un campo così competitivo come la Formula E. Questo ruolo specifico, inoltre, è particolarmente emozionante perché permette di sviluppare talenti per il futuro, e di concentrarci nella costruzione di un domani più sostenibile».