Amori estivi10 pop up romani per sopravvivere alle notti di luglio

Prontuario gastronomico per chi resta in città e vuole abitare la dimensione metropolitana da finto turista: una selezione ponderata di street food all’ombra dei monumenti, trattorie e cocktail bar fronte mare o sospesi sul Tevere, altri circoli e giardini sotto le stelle

Parco Appio

Secondo i dati dell’Annuario statistico dell’Istat, luglio è il mese più caldo dell’anno in Italia e, benché nei mesi estivi le città si svuotino, la corsa alle ferie per molti non dura più di due settimane. Dunque, le restanti sono da affrontare tra l’asfalto rovente, lanciando makumbe a chi posta foto al mare o in montagna. Quello che salva a Roma sono i cinema all’aperto, gli ingressi estivi ai siti archeologici, le mostre, i concerti che riprendono in sordina e i tantissimi pop up che spuntano come funghi. E allora benediciamo questa lunga estate che, assomiglia alla prima pioggia dopo un lungo periodo di siccità, con dieci indirizzi che vi consigliamo di provare durante le vostre vacanze romane.

ParcoMilvio

Dal 25 giugno al 10 settembre l’Osteria di Birra del Borgo raddoppia sulla banchina del fiume Tevere in zona Ponte Milvio per offrire ai visitatori di Parco Milvio street food e birra di qualità, in accompagnamento agli oltre 70 giorni di programmazione previsti in questo spazio verde. Dall’aperitivo al dopocena, il sabato e la domenica anche a pranzo, 200 mq tutti da vivere in un ambiente verde che affaccia sul fiume.

Club sandwich, hamburger e golosi hot dog accanto alle birre di Birra del Borgo, in bottiglia e alla spina: Lisa, Reale, Reale Extra e tante altre. Non mancano le pizze con le antiche tecniche di panificazione di Luca Pezzetta, chef pizzaiolo de l’Osteria di Birra del Borgo a Prati artefice dell’antisupplì, il cibo di strada romano per eccellenza da lui recentemente rivisitato in versione dolce: riso cotto nel latte e cannella, panatura alle nocciole del Piemonte e un cuore alla gianduia. Inoltre allo stand di Birra del Borgo sarà possibile seguire gli Europei di calcio grazie ai monitor presenti all’interno dello spazio.
Dove: Via Capoprati, 00135 Roma

Parco Appio

In zona Roma Sud, tra Appia Antica, Ardeatina, Parco della Caffarella e Appia Pignatelli, adiacente alla fonte dell’acqua Egeria, per il secondo anno torna Parco Appio sempre sotto la direzione di Federico Feliziani. Una proposta all day long che parte sin dal mattino con il Natural Bar, il chiosco del parco in cui sono state previste postazioni per lo smart-working open air tra il verde e gli uccellini.

Il parco è diviso in tre zone: il cortile, l’area comune con accesso libero fino alle 16:00 e un menu dedicato a pokè con la nuovissima ricetta quinoa, polpo marinato, pomodori datterini, pesto alla trapanese e gazpacho, verdure fermentate, panini veg o a base di pesci e verdure marinati; dal lato opposto la cucina di Elementare in versione trattoria romana in cui non mancano primi piatti della tradizione e secondi di carne alla brace, e naturalmente la pizza romana e i fritti di Mirko Rizzo. Sul palco concerti, spettacoli, presentazioni di libri e dischi, dj-set e talk e in questi giorni vengono trasmessi gli europei sul maxischermo.
Dove: Via dell’Almone 105, 00179 Roma

Mr Doyle Restaurant Garden

A pochi passi da San Pietro, in zona Gregorio VII, ha inaugurato un temporaneo tempio del barbecue all’interno del Parco Piccolomini che trasforma il proprio giardino in ristorante sotto le stelle grazie a Mr Doyle. Da shop carnivoro di altissima qualità che rifornisce pub, ristoranti e bistrot di prodotti smoke bbq a indirizzo fisico (che prossimamente troverà un tetto fisso da qualche parte, ancora top secret, a Roma) dove assaggiare la migliore carne affumicata e addentare gustosi panini.

Menu alla mano, per ogni voce viene specificato il tempo di affumicatura a cui viene sottoposta la carne e il tipo di impiattamento: tra le specialità pulled pork al panino servito con tre condimenti diversi, il pulled beef sia al panino che come condimento per i rigatoni, le special ribs al piatto o sfilettate tra due fette di pane. La proposta beverage alterna birre artigianali alla spina (per il mese di luglio c’è il birrificio agricolo artigianale Baladin), vini del Lazio e bollicine italiane dalla selezione Vinòforum in attesa dell’omonimo evento che ritorna a settembre, cocktail tradizionali e soft drink. Per i più golosi, dulcis in fundo, i dessert firmati Sal de Riso, quindi tiramisù, cheesecake e altri due a rotazione. Aperitivi, cena, musica in giardino, spazi per famiglie con area bambini e oltre ai maxi panini, anche qui c’è il maxi schermo per tifare Italia!
Dove: vicolo del Gelsomino 68, 00165 Roma

Gasometro vintage

In quello che è uno dei quartieri più cool secondo The Guardian, all’ombra del Gasometro, elemento che distingue lo skyline di Roma Sud, c’è lo Spazio estivo di Gasometro Vintage. Un luogo di socialità dove darsi appuntamento per l’aperitivo o una cena easy a base di taglieri, bowls, pinse e burgers con il pane di Elettroforno Frontoni che firmano i panini dedicati alle zone limitrofe come Porto Fluviale con pulled pork, Testaccio per un hamburger di manzo, Ostiense che racchiude una cotoletta di pollo da accompagnare a drink classici, cocktail analcolici, vino e birra (anche artigianale). Quando scende in campo l’Italia è consigliata la prenotazione nell’area della tifoseria, in alternativa ci sono i tavolini riservati a chi vive ugualmente felice senza sapere cos’è il fuorigioco.
Dove: Via del Commercio 36, 00154 Roma

Il Capanno – Bagni di Roma

All’interno dello stabilimento balneare di Cristiano De Giacometti a Ostia si sono trasferiti per l’estate il ristorante di pesce Molo Diciassette e Pier Daniele Seu con il temporary Tac! Thin and Crunchy. Lo spin off di Seu Pizza Illuminati è tutto incentrato sulla pizza romana cotta al forno a legna, con una tonda fina e scrocchiarella dai tipici topping gustosi, divertenti e colorati, che in questi anni hanno caratterizzato la pizzeria di Porta Portese premiato come “Pizza Dolce dell’anno” con la Pizza Colada e settima nella prestigiosa classifica 50 Top Pizza 2020.

Tra i topping, “assoluti” di pomodoro o peperoni, altri gusti sempre freschi e leggeri come Prosciutto e melone, Caprese, Crudo e burrata, Margherita Estiva e Tartare con tonno oppure le classiche Margherita, Marinara, Napoli. Compagni di cordata allo stabilimento il Capanno Simone Curti con il Ristorante Molo Diciassette, cucina focalizzata su materie prime del territorio e aste locali in un menu di mare, con crudi, zuppette, tempure di pesce, spaghettoni con le vongole o linguine ai ricci, pescato del giorno, frittura, affumicature e marinature, piatti fruibili anche nel percorso degustazione da cinque portate.
Dove: Piazzale Magellano 41, 00122 Roma

Paradiso Beach

Sempre a Ostia, è ambientato il progetto ideato da Freak&C, Studio Food e Marine Village, che torna a rendere unica l’estate romana tra neon rosa, flamingo gonfiabili, design retrò e un chiosco che offre un servizio continuativo dalla mattina alla sera con varie soluzioni per colazioni, pranzi e aperitivi in spiaggia.

Il menu della pizza da spiaggia offre un impasto altamente idratato e facilmente digeribile condito con ingredienti semplici e di qualità, parallelamente c’è la proposta del ristorante in cui la drink list creata da Federico Tomasselli, bar manager del Pastificio San Lorenzo, ex General Manager del Jerry Thomas, fa da raccordo. In una miscelazione che raggruppa gli ultimi 40 anni di storia della mixology, presenti grandi classici come Piña Colada, Cosmopolitan o Solero e una sezione dedicata al Martini da sorseggiare al tramonto sulle note di una programmazione artistica tra voci soul, jam session e dj set.
Dove: Marine Village – Via Litoranea 10,100 Lido di Ostia (RM)

Moovenda Village

Per la prima volta un player di food delivery lancia una manifestazione all’aperto. A farlo è Moovenda, realtà totalmente romana, che dal 25 giugno e fino al 5 settembre (Lungotevere Prati, altezza Palazzo di Giustizia), ogni giorno dalle 17:00, si rivolge ai locals e ai turisti con una vasta offerta di food & beverage grazie a una decina di punti ristoro che fanno parte del circuito di delivery per una vera e propria “città del gusto”. Qui si ritrovano Mattarello e L’Antica Fraschetta per la cucina romana, per assaggiare una buona pizza l’insegna di riferimento è quella de La Contemporanea,  i fritti ci sarà il rinomato Renato Ruggiero e in termini di inclusività è stato previsto Solo, ristorante gluten free. Ci sono i sapori giapponesi di Takeda che si alternano ai profumi di arrosticini e bistecche di Ardente e quelli messicani di Arriba. Per i fanatici degli hamburger, invece, c’è Beef Hamburger by Saxò. Chi preferisce il pesce sarà accontentato da Puro Sud, che si occuperà anche dei dolci. Chiudono l’offerta un cocktail bar disposto nell’ampia area lounge che prevede fino a 500 posti a sedere.
Dove: Lungotevere Prati (sotto al Palazzaccio)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Moovenda Village (@moovenda_village)

Collettivo Gastronomico

All’interno di Città dell’Altra Economia, nel quartiere Testaccio di Roma, la scorsa primavera è nato questo nuovo spazio di condivisione con l’Osteria Metropolitana, il cocktail bar e un palco per eventi, musica ed esibizioni artistiche. Gli artefici di questo circolo ricreativo sono Marco Morello, proprietario della friggitoria Food Box, uno dei banchi del vicino mercato, e Daniele Camponeschi, oste di Menabò – Vino e Cucina a Centocelle, che hanno ripensato questo luogo come aggregatore sociale e culturale in cui l’enogastronomia è divenuta il filo conduttore. I piatti dell’osteria cambiano spesso e attualmente ci sono la zuppetta fredda di gazpacho al cocomero, sgombro e feta, fegatini di maiale nella rete, cipolla rossa e alloro, lasagne integrali con vignarola e latte affumicato, padellaccia di maiale, peperoni e patate, roast beef d’anatra. Come dolci tiramisù, sorbetto di fragole, pesche al vino, selezione di formaggi e conserve. Per i più piccoli pasta al pomodoro e petto di pollo. Il sabato e la domenica anche a pranzo. Anche in questo caso si segnala la presenza del maxi schermo per seguire gli Europei.
Dove: Largo Dino Frisullo 1, 00153 Roma


La Mescita in Villetta

Per il secondo anno l’enoteca del quartiere Garbatella, punto di riferimento per il vino naturale, e il vicino pub di birre artigianali Hey Hop tutti i lunedì e i martedì di luglio si trasferiscono alla Villetta Social Lab, un incubatore di progetti rivolto agli abitanti del quartiere e non solo. Ogni settimana due appuntamenti a cielo aperto con il vino di Angelo Consorte, i boccali di Dario Balducci e Riccardo Lucci e la cucina pop/olare di Marco Bravin. Tra i piatti dell’ultima sera bufala artigianale di Paestum, mix di pomodori, olive, capperi e basilico, la scrocchia con hummus di ceci e mortadella o quella con baccalà e capperi disidratati, la frittata zucchine menta e ricotta di bufala, gli spiedi di carne o di pesce alla plancia e cocomero. In entrambi i giorni ci sono due turni eccezion fatta per le serate degli Europei in cui i tavoli dell’aperitivo devono essere liberati alle 20:30.
Dove: Via degli Armatori 3, 00154 Roma

The Magick Bar

Ad allietare l’estate romana torna anche questa location sulle sponde del Tevere con le sue terrazze-giardino dove trascorrere spensierati momenti tra food, drink e performance musicali. Da giugno a settembre, cocktail, vinili, cibo e dj set che si alternano alle due anime del posto il bar e il ristorante. Nel primo caso la proposta è per l’ora dell’aperitivo, a base di sushi rolls, una selezione di street food dal mondo, referenze vegetariane, vino e cocktail. Più strutturata è la carta del ristorante che aggiunge tapas, crudi, main courses come polpo croccante alla gallega, pollo ai tre curry o tataki di manzo, altre proposte con proteine vegetali e una sfilza di vini e altri drink. Tutti i giorni dalle 18:00 alle 2:00.
Dove: Lungotevere Oberdan 2, 00195 Roma

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da THE MAGICK BAR (@magickbar)