Giri di boaDieci anni di Panettone Day

Pensate sia presto per iniziare a parlare del dolce delle feste? Non è così! Finita la giostra delle colombe, è tempo di celebrare il traguardo che questa manifestazione che lo celebra raggiunge, con grandi novità: un nuovo presidente di giuria, Gino Fabbri, e un temporary store nel centro di Milano che resterà aperto due mesi anziché uno

Panettone Day, il concorso dedicato a scoprire e premiare i migliori panettoni artigianali d’Italia e i pasticceri che si dedicano all’arte dei lievitati, apre ufficialmente le iscrizioni e si appresta a celebrare l’edizione speciale per i dieci anni. Il concorso, riconosciuto tra i più autorevoli a livello nazionale, ogni anno coinvolge oltre 200 pasticceri da tutta Italia, pronti a sfidarsi nella creazione del miglior panettone nelle varianti tradizionale, creativa e al cioccolato Ruby.
La giuria che proclamerà i vincitori delle tre categorie in gara sarà guidata da un nuovo Presidente: il maestro Gino Fabbri, uno dei nomi più noti della pasticceria a livello internazionale; al suo fianco, stelle dell’alta cucina e della pasticceria italiana come lo chef stellato Carlo Cracco, Marco Pedron, head pastry chef dei ristoranti Cracco, il maestro Vittorio Santoro, presidente e direttore di Cast Alimenti e infine, come da tradizione, il vincitore per la categoria panettone tradizionale dell’edizione 2021 di Panettone Day. «Sono emozionato di essere il presidente di Giuria per questa decima edizione di Panettone Day – racconta Fabbri – e desidero offrire qualche consiglio ai pasticceri che parteciperanno al concorso. Per realizzare un panettone di qualità superiore, prima di tutto serve la bravura, conoscere bene la tecnica. Solo dopo, si può progredire con estro e fantasia, perché ciò che fa la differenza è l’artigiano, la sua manualità, la sua poesia. Questo concorso – continua Fabbri – offre una sfida unica ai pasticceri per dare slancio alla propria attività e il giusto riconoscimento alla propria professione. Inoltre non ci sarà solo un vincitore, ma tutti i finalisti potranno vendere il proprio panettone in un temporary store nel cuore di Milano».

Il concorso, le cui iscrizioni sono aperte fino al 4 giugno, proseguirà con la prima selezione in CAST Alimenti: qui i panettoni saranno giudicati da un panel di esperti e in 40 giungeranno allo step della finale di settembre nella maestosa Sala Mengoni da Cracco a Milano, dove saranno proclamati i vincitori per ognuna delle tre categorie in gara.
In occasione dei dieci anni del concorso, il temporary store raddoppierà la sua durata: nel mese di ottobre la boutique ospiterà le creazioni esclusive dei finalisti dell’edizione 2022, mentre a novembre una speciale sorpresa che coinvolgerà i vincitori di questi 10 anni che torneranno protagonisti nel cuore di Milano e creeranno i loro panettone “best of” celebrativi.

Pillole di storia 
Il contest, nato nel 2012 dalla spinta creativa di due aziende leader nel mondo della pasticceria come Braims e Novacart, è diventato nel corso degli anni uno degli appuntamenti più attesi e autorevoli del settore in grado di coinvolgere i pasticceri di tutta Italia in una grande sfida: la creazione del miglior panettone artigianale. Tante le tappe percorse in questo decennio che hanno distinto e posizionato Panettone Day come innovatore del settore: l’apertura del primo Temporary Store dedicato in esclusiva al panettone artigianale nel cuore di Milano (2015), per garantire la massima visibilità alle creazioni dei pasticceri finalisti del concorso. Anche il packaging, rinnovato ogni anno, è diventato un potente mezzo di comunicazione della qualità artigianale utile a rendere ogni anno diversa l’esperienza d’acquisto all’interno dello store. Non ultimo, la promozione del primo Osservatorio dedicato al panettone artigianale in collaborazione con NielsenIQ (dal 2019), per indagare le dimensioni di un mercato in grande espansione e le abitudini dei suoi consumatori.