Le liste del PdLetta capolista in Lombardia e Veneto per la Camera, Cottarelli a Milano per il Senato

La direzione nazionale del Partito democratico ha approvato la delibera del segretario per le candidature alle elezioni con 3 contrari e 5 astenuti. Tra gli esclusi Giuditta Pini, Monica Cirinnà, Luca Lotti. Il microbiologo Andrea Crisanti rappresenterà i dem nella circoscrizione estera Europa

LaPresse

Enrico Letta sarà candidato come capolista del Partito democratico alla Camera in Lombardia e Veneto, Carlo Cottarelli a Milano per il Senato e il microbiologo Andrea Crisanti nella circoscrizione estera Europa. Sono questi i primi nomi delle liste elettorali del Pd rivelati dopo la Direzione nazionale, riunitasi la notte di Ferragosto al Nazareno. 

La maggioranza ha approvato la proposta del segretario con soli 3 voti contrari e 5 astenuti, ma pesa l’assenza della ventina degli esponenti di una delle correnti dem più numerose che non ha partecipato al voto: Base riformista. La loro assenza mostra malumore nel partito per le esclusioni eccellenti o la collocazione in collegi uninominali in cui il Pd non parte favorito.

Letta ha deciso di non ricandidare Giuditta Pini e Luca Lotti che ha commentato su Facebook: «La scelta è politica, non si nasconda nessuno dietro a scuse vigliacche». Mentre il costituzionalista Stefano Ceccanti è stato inserito al quarto posto nel collegio proporzionale in Toscana e non nel solito collegio uninominale a Pisa, dove sarà candidato il capo di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. Il senatore uscente Tommaso Nannicini sarà candidato in un collegio contendibile, ma non è ancora stato rivelato quale. 

La promotrice della legge sulle Unioni civili Monica Cirinnà ha annunciato di non voler accettare la candidatura: «Mi hanno proposto un collegio elettorale perdente in due sondaggi, sono territori inidonei ai miei temi e con un forte radicamento della destra. Evidentemente per il Pd si può andare in Parlamento senza di me, è una scelta legittima. Resto nel partito, sono una donna di sinistra ma per fortuna ho altri lavori»

Secondo fonti dem, il segretario avrebbe aperto la direzione nazionale definendo impossibile la ricandidatura di tutti i parlamentari uscenti a causa della riforma del taglio dei parlamentari, ma ammettendo di aver fatto scelte diverse anche per rinnovare il partito. Quattro giovani under 35 saranno capolista: Cristina Cerroni, Raffaele La Regina, Marco Sarracino, Rachele Scarpa.