Gloria all’informazionePer Pina Picierno “Slava Evropi” è un esempio di come essere europeisti

La vice presidente del Parlamento europeo ha commentato la nuova iniziativa de Linkiesta e sarà ospite della presentazione del quotidiano digitale, oggi alle 18.30 al Teatro Parenti di Milano. «Abbiamo bisogno di nuovi strumenti, di un coinvolgimento dei popoli e di una partecipazione inedita, che progetti editoriali come questo offrono»

Unsplash

«È un nuovo strumento di partecipazione per il popolo ucraino, un esempio di come essere europeisti». Così la vice presidente del Parlamento europeo Pina Picierno ha commentato la nuova iniziativa Slava Evropi (Gloria all’Europa), il nuovo giornale europeo digitale de Linkiesta, scritto in lingua ucraina che sarà presentato oggi al Teatro Franco Parenti di a partire dalle ore 18,30. Un quotidiano che racconterà agli ucraini come funziona l’Unione Europea e cosa accade nel nostro continente.

«L’iniziativa è promossa da Linkiesta – che ringrazio sentitamente – in collaborazione con il Parlamento Europeo e con la testata ucraina Evropeiska Pravda – è un esempio di come la missione informativa si saldi con la tutela dello Stato di diritto e la resistenza del popolo ucraino. L’Ucraina per me è Europa, non dal 24 febbraio, ma da quando una giovane e fiera generazione ha reagito alla volontà imperialistica russa invadendo le strade con la bandiera europea sulle spalle nei giorni drammatici di Euromaidan».

«Difendere l’Ucraina significa difendere le ragioni fondative dell’Unione Europea, difendere con saggezza e lungimiranza l’Europa del futuro, quella che avrà nell’allargamento a nuovi Paesi, nella creazione di un esercito europeo comune, di una politica energetica autonoma e del rispetto del sistema dei diritti il suo punto di approdo. Abbiamo quindi bisogno di nuovi strumenti, di un coinvolgimento dei popoli e di una partecipazione inedita, che progetti editoriali come questo offrono».