Non solo vinoFranciacorta da scoprire

È il momento perfetto per programmare un weekend tra i vigneti che ricamano la provincia di Brescia e le sponde del lago di Iseo, per regalarsi un’immersione nel relax e nella bellezza, passando attraverso la buona tavola e il buon bere

Foto Unsplash

C’è un angolo di bellezza incastonato tra Brescia e il lago di Iseo. Un angolo definito dal sinuoso profilo di soleggiate colline, dove il verde dei vigneti incontra il blu delle acque del lago. È la Franciacorta, la terra dove nascono le più prestigiose bollicine italiane. Secondo la leggenda, il nome di questa regione fu scelto da Carlo Magno, che l’avrebbe battezzata “piccola Francia”. Molto più probabile è che Francia Corta derivi da franchae curtes, corti franche, in riferimento all’esenzione dalle gabelle e dalle imposte di cui la zona godeva in epoca medievale.

Si tratta di una terra il cui fascino non è dato solo da una natura generosa, ma anche da una storia antica, che nei secoli ha lasciato la sua traccia nel territorio: castelli e abbazie, monasteri e ville nobiliari sono parte integrante della bellezza di questi luoghi, e contribuiscono a renderli la meta perfetta per un fine settimana fuori porta. A meno di un’ora di Milano, la Franciacorta è la meta perfetta per chi cerca la pace e il contatto con la natura, ma anche per gli appassionati di storia e di arte, per gli sportivi, e naturalmente per intenditori di vino e buongustai. Una valida guida per organizzare una gita è offerta dal sito di Franciacorta, tenendo presente che la varietà del territorio si riflette nella varietà delle offerte.

Per i turisti golosi
Tantissime sono le cantine che aprono le porte ai visitatori: un’occasione per conoscere i produttori e comprendere il rapporto tra il v ino e questo territorio, che proprio le cantine contribuiscono a rendere unico. Alla classica degustazione sensoriale, offerta da realtà come Bersi Serlini e Mirabella, si affiancano le particolari degustazioni bendate, dove il vino diventa protagonista al buio, luce che guida tutti i sensi: numerose le cantine che offrono questa esperienza sicuramente coinvolgente e interessante, così come lo può essere una visita in vigna con l’agronomo.

Aziende come Bellavista e Lantieri de Paratico accolgono gli appassionati tra i filari, lasciando che sia la mano esperta del loro agronomo, che quotidianamente si prende cura delle viti, a accompagnarli in un’esplorazione che culminerà con il momento della degustazione. Ma non c’è solo vino in Franciacorta: i golosi potranno regalarsi una visita in una distilleria con degustazione di grappa (un’esperienza offerta da Borgo Antico San Vitale) oppure concentrarsi sulla produzione di formaggi e salumi tipici, iscriversi a laboratori sulla produzione di formaggi o a cooking class, o ancora lasciare che i bambini siano protagonisti di una tra le tante appassionanti attività offerte dalle fattorie didattiche. Imperdibile, poi, il picnic tra le vigne di aziende come Al Rocol o Mosnel che forniranno un cestino completo di bottiglie, calici e tante altre bontà da degustare.

Fuori dal calice: arte, cultura, sport e natura
Dal ‘500 al ‘700 la Franciacorta è stato luogo di villeggiatura prediletto da molte famiglie nobili bresciane e milanesi, che qui costruirono ville di delizia e palazzi di pregio: molti di questi edifici sono aperti al pubblico, e gli appassionati di arte e architettura non devono perdere l’occasione di visitarli. Così come non va persa l’occasione di visitare chiese, monasteri e abbazie, dall’Abbazia Olivetana di San Nicola all’incantevole Chiesa di San Michele. Tantissimi i musei che testimoniano la profonda cultura di un territorio dalla storia secolare.

Qualche esempio? La Casa Museo Fondazione Zani per l’arte e la cultura e il Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro. Tanti i modi per immergersi nel territorio: a piedi, o con il nordic walking, oppure in bicicletta, da soli o con l’aiuto di guide professioniste (Iseo Bike, Remo Lucia Sport RLS Movement), oppure passeggiando a cavallo tra i vigneti Circolo Ippico Al Burnec.

Tra i vigneti si possono anche organizzare passeggiate con il proprio cane, oppure fare yoga, provare un particolarissimo trekking con gli asini o ancora regalarsi la suggestione di una gita in carrozza: le informazioni, i link e le indicazioni sono tutte sul sito di Franciacorta www.franciacorta.wine.

Non manca ovviamente il golf (Franciacorta Golf Club), così come la possibilità di ammirare il paesaggio dall’alto, volando a motore sopra la Franciacorta e il lago di Iseo. E il lago è di per sé un’attrattiva irresistibile per chi ama l’acqua: sulle sue sponde si può riposare o semplicemente contemplare il gioco dei riflessi sulle onde, ma chi ama gli sport non sarà deluso. Vela, wind surf, canoa, stand up paddle, sono alcune delle attività sportive che si possono fare sul lago d’Iseo, e non manca l’occasione di fare dei tour in barca.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter