Il mago del CremlinoIl romanzo di Giuliano da Empoli sul putinismo è finalista del premio Goncourt

Lo scrittore italiano è entrato nella shortlist del prestigioso riconoscimento letterario francese al fianco di Brigitte Giraud, Cloé Korman e Makenzy Orcel

Eliza Petrovska, da Unsplash

Sono stati annunciati i finalisti del più prestigioso e antico premio letterario francese, il Goncourt. Nella short list di quattro libri c’è Giuliano da Empoli con “Il mago del Cremlino”, romanzo che racconta la storia di un consigliere di Vladimir Putin, in un viaggio nella mente contorta di uno stratega del Cremlino. Il romanzo è stato pubblicato anche in Italia, dopo l’edizione originale francese, da Mondadori.

La lista finale è stata annunciata martedì a Beirut. Gli altri candidati ancora in corsa in questa edizione 2022 sono Brigitte Giraud, Cloé Korman e Makenzy Orcel.

Il premio verrà assegnato il 3 novembre e, come da tradizione, la premiazione si terrà al ristorante Drouant di Parigi. Restano fuori due dei favoriti della vigilia: Grégoire Bouillier e Monica Sabolo, autrice italiana ma cresciuta a Ginevra, con il suo “La vie clandestine”.

La Società letteraria di Goncourt, conosciuta come Académie Goncourt, fu ufficialmente fondata nel 1902 e il primo premio Goncourt venne assegnato il 21 dicembre 1903. Il premio fu creato per ricompensare ogni anno «la migliore opera d’immaginazione in prosa pubblicata».

Da quella data ogni anno si elegge un vincitore a inizio di novembre, dopo tre preselezioni successive, a settembre e ottobre, tra i romanzi pubblicati nell’anno in corso.