Verso il partito liberal democratico È nata la Federazione tra Azione e Italia Viva

Matteo Renzi e Carlo Calenda hanno diffuso il testo del documento che dà inizio al percorso per la costituzione di una nuova forza politica contro il bipopulismo

Unsplash

Accordo di Federazione tra Azione e Italia Viva,
tra il Senatore CARLO CALENDA, Segretario e legale rappresentante di Azione, munito dei necessari poteri a norma di statuto, e il Senatore MATTEO RENZI, fondatore e delegato dell’assemblea di Italia Viva, munito dei necessari poteri a norma di statuto.

Premesso che:
– Azione e Italia Viva si sono presentati insieme alle elezioni politiche del 25 settembre 2022 con la lista “Azione-Italia Viva-Calenda” e un contrassegno elettorale che contiene i simboli dei due partiti, il nome del leader della coalizione e il riferimento a Renew Europe;
– durante la campagna elettorale Azione e Italia Viva hanno promesso agli elettori di formare dei gruppi unici alla Camera e al Senato e di dare immediatamente vita ad una federazione e per arrivare in seguito alla costituzione di un partito unico;
– con l’avvio della legislatura, Azione e Italia Viva hanno costituito gruppi unici alla Camera e al Senato, dando quindi attuazione al primo degli impegni assunti davanti agli elettori;
– con il presente accordo, Azione e Italia Viva intendono dare attuazione al secondo dei punti promessi agli elettori, dando vita a una federazione che costituisca la base per la realizzazione del partito unico entro il minore tempo possibile;

Tanto premesso, si conviene quanto segue:

Costituzione della Federazione
Azione e Italia Viva, con il presente atto, danno vita a una federazione (la “Federazione”), attraverso la quale partecipare in modo coordinato all’attività politica, con l’obiettivo di arrivare entro il tempo più breve possibile alla costituzione di un partito unico dei liberaldemocratici che sia aperto a tutte le forze e le erergie liberali, riformiste e popolari che si riconoscano nar valori della Repubblica e respingano ogni forma di populismo di destra e di sinistra.

Alleanze e linea politica
– Le alleanze, le modalità di partecipazione alle elezioni nazionali, amministrative ed europee e la linea politica della Federazione saranno definite di comune accordo tra Azione e Italia Viva.
– Le Parti promuoveranno un costante coordinamento dei rispettivi rappresentanti nelle due camere, per assicurare l’uniformità della linea politica e la condivisione della presentazione di emendamenti, proposte di legge e altre iniziative programmatiche di rilievo.
– Azione e Italia Viva promuoveranno, dove possibile e tenendo conto delle specificità dei diversi territori, la creazione di gruppi unitari territoriali e si assicureranno che i gruppi locali svolgano in modo quanto più coordinato e unitario possibile la propria attività politica.

Coordinamento politico
– L’attività della Federazione sarà coordinata da un Ufficio di Coordinamento Politico costituito da quattordici membri: il Presidente, nella persona di Carlo Calenda, il Vice Presidente, che sarà designato da Italia Viva, i capigruppo di camera e senato, designati, rispettivamente da Azione e da Italia Viva, e cinque membri per parte designati, rispettivamente, da Azione e da Italia Viva. II Presidente sia il capo politico della Federazione.
– L’Ufficio di Coordinamento Politico avrà il compito di dare attuazione alle previsioni del presente accordo e di promuovere quanto più possibile il coordinamento e la collaborazione tra i due partiti. Eventuali designazioni per nomine esterne saranno discusse nell’Ufficio di Coordinamento Politico, su proposta congiunta del Presidente e del Vicepresidente. L’Ufficio di Coordinamento Politico si adopererà, inoltre, per replicare anche a livello territoriale la costituzione di organi di coordinamento congiunti, con partecipazione paritetica.
– L’Ufficio di Coordinamento Politico:
a) si riunirà almeno una volta al mese, su convocazione del Presidente o del Vice Presidente;
b) delibererà a maggioranza semplice dei presenti e avrà il compito di dare esecuzione ai contenuti del presente Accordo;
c) resterà in carica fino alla costituzione del partito unico, ferma la possibilità di ciascuno dei partiti di sostituire membri da questo designati.

Costituzione del partito unico
– Azione e Italia Viva daranno vita al percorso per la costituzione di un partito unico da completarsi al più presto.
– Quanto prima, l’Ufficio di Coordinamento Politico darà vita a un gruppo di lavoro, costituito di membri dell’ufficio stesso, di altri iscritti di Azione e Italia Viva e/o di soggetti esterni di area, per definire una proposta di regole e percorso per arrivare al partito unico. Una volta approvata dall’Ufficio di Coordinamento Politico, la proposta sarà sottoposta per l’approvazione agli organi competenti dei rispettivi partiti.