A spasso per fiere Non solo Vinitaly

Tutti pronti per il salone di Verona, ma questo week end è pieno di eventi sul vino, un concentrato di occasioni per fare esperienza e scoprire vignaioli ed etichette

Unsplah

È la settimana santa per gli intenditori e appassionati di vino in Italia. A Verona dal 14 al 17 aprile andrà in scena il Vinitaly, un appuntamento enorme con centomila metri quadrati netti occupati e quattromila imprese espositrici da tutto il mondo. Ma nonostante la fagocitazione del Vinitaly sul calendario enologico italiano, negli stessi giorni è possibile partecipare anche ad altri appuntamenti vitivinicoli: fiere più piccole in cui incontrare produttori di vino naturale e artigianale in un ambiente più rilassato e intimo che stimola l’interazione.

Vista la portata mediatica del Vinitaly, queste fiere si svolgono principalmente in Veneto, per dare la possibilità ai produttori di muoversi su un unico territorio e poter partecipare a più appuntamenti. Sono spesso eventi di nicchia e attirano intenditori che vogliono stare lontani dalla ressa di Verona.

Per i curiosi invece può essere un’occasione per approfondire la propria conoscenza enologica e godersi un buon calice in questo inizio di primavera.

Ecco cosa potete trovare in giro per l’Italia questo week end.

Summa
Come ogni anno il 13 e il 14 aprile, a Magrè, nelle tenute Alois Lageder in Alto Adige, si svolgerà Summa. Questa fiera a cielo aperto ospiterà 114 cantine provenienti da nove Paesi diversi. Tra i tanti nomi presenti potrete trovare Peter Jakob Kühn, Ökonomierat Rebholz, Karl Haidle, Tenuta Jurtschitsch e Tenuta Tement dai Paesi di lingua tedesca. Dalla Francia parteciperanno Champagne Tarlant e Champagne Billecart Salmon, mentre dall’Italia Pian Dell’Orino, Arianna Occhipinti e Petrolo.

I valori che li contraddistinguono sono la qualità, l’attenzione all’agricoltura biologica, biodinamica o in conversione, la passione per la sperimentazione e naturalmente l’amore per il vino.

Il programma sarà arricchito da visite in cantina, ai vigneti e al giardino della tenuta. Il biglietto d’ingresso è di 110 euro per un giorno e di 200 euro per entrambe le giornate.

ViniVeri
Dal 12 al 14 aprile a quaranta chilometri da Verona, a Cerea, andrà in scena ViniVeri che quest’anno compie vent’anni. Alla fiera saranno presenti produttori e cantine da tutta Europa tutte accomunate dal rispetto per i cicli della natura senza l’utilizzo di accelerazioni e stabilizzazioni per produrre un buon vino. Il biglietto d’ingresso costa 35 euro.

Le Grottes Naturelles
In una location suggestiva come quella di una cava millenaria, l’associazione WineGoverno organizza due giornate all’insegna del vino naturale e artigianale: il 14 e 15 aprile a Longare, in provincia di Vicenza, ci sarà Les Grottes Naturelles, il festival dedicato alle piccoli distribuzioni. L’ingresso per privati sarà solo il 14 aprile e costa 20 euro.

VinNatur Tasting
Dal 13 al 15 aprile a Gambellara, sempre in provincia di Vicenza, si terrà la diciannovesima edizione di VinNatur Tasting. Saranno presenti duecento vignaioli da Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Austria, Ungheria, Slovenia e non solo. Oltre alle classiche degustazioni, sarà l’occasione per parlare di vino con talk dedicati. Il biglietto d’ingresso è di 30 euro e comprende, oltre al calice da degustazione, l’assaggio di qualunque vino presentato dai vignaioli presenti.

C’era una volta
Il 13 e 14 aprile a Barbarano Mossano, presso Villa Traverso Pedrina, si svolgerà C’era una volta. Oltre alle classiche degustazioni, con produttori da Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna e Svizzera, sarà l’occasione anche per parlare della crisi d’identità del vino naturale: un dibattito aperto per analizzare lo stato di salute del movimento del vino naturale. Un momento di confronto tra vignaioli e operatori professionali. Il biglietto per la giornata singola costa 20 euro, mentre l’abbonamento ai due giorni è di 38 euro.

Considerando il clima non proprio ottimale per i produttori di vino naturale durante l’annata 2022, sarà curioso capire che tipo di prodotto ci aspetta.Partecipare sarà sicuramente un sostegno e un incoraggiamento a un settore che fa parte della nostra cultura.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter