Antidoti allo stress Le nuove candele a base di prodotti naturali pensate per l’estate

Quasi tutte composte da cera vegetale, le nuove creazioni di Trudon, Acqua di Parma, Le Labo e Ofioca sono colorate, vivaci e perfette per decorare una tavola all’aperto. Perché, ormai, le candele non sono più associate alle stagioni fredde e al tepore domestico

courtesy Le labo

Evocano mondi lontani nel tempo e nello spazio, invitano al viaggio, o a immergersi virtualmente nella natura. Possono rendere speciale una serata o semplicemente riportarci alla memoria piacevoli ricordi. Il fascino della candela non conosce stagioni grazie a profumazioni leggere e seducenti esaltate dalle note agrumate di limone e di bergamotto o floreali come quelle della rosa, del gelsomino e della tuberosa. Se d’inverno sono indispensabili per rendere l’ambiente intimo e accogliente e vivere gli spazi personali attraverso gli aromi che richiamano alla mente la pace di un cerimoniale, nei mesi caldi vengono scelte per illuminare la tavola, decorare gli angoli della casa e rendere più cozy una serata en plein air.

Se pensate che le bougie parfumées siano un feticcio destinato solo alla stagione fredda o alle sere piovose, vi sbagliate di grosso: oggi più che mai, sia le storiche case produttrici che i marchi celebri della profumeria di nicchia, ci consentono di non rinunciare a quel sacro rituale di immergerci in un’atmosfera spensierata, frizzante e gioiosa. Sostenibili e a base di prodotti naturali, queste candele sono in cera vegetale, prive di fragranze artificiali con stoppini rigorosamente in puro cotone o in legno.

courtesy of Trudon

Non più semplici accessori decorativi da esibire in salotto, ma un vero e proprio antidoto allo stress e alla frenesia che evocano da subito il tepore dei pomeriggi d’estate, il bouquet di giardini leggendari e la brezza fresca dopo un temporale.  Racchiude i profumi verdi e fioriti dei giardini di Versailles, ed evoca subito lo splendore della Reggia e l’art de vivre francese, la nuova creazione firmata Trudon. L’antica cereria fondata nel 1643, fornitrice ufficiale di candele prima per Luigi XIV e per i suoi discendenti e poi per la corte napoleonica, oggi è un nome di culto tra i veri connoisseurs a partire proprio dall’etichetta con lo stemma dorato e l’iconico bicchiere in vetro prodotto dagli artigiani italiani a Vinci. Versailles, questo il nome della nuova bougie, sceglie un contenitore azzurro ghiaccio ispirato a un secchiello di champagne e che ricorda gli affreschi dallo storico palazzo, ed è la trascrizione olfattiva dei giardini della cittadina francese in piena fioritura primaverile.

A rendere unico il bouquet di peonia, erbe aromatiche, caprifoglio e legno di quercia, una tuberosa tutta al naturale che ricorda il profumo del fiore d’arancio, vera passione del Re Sole. A firmarla il naso Emilie Bouge, che in passato ha dato vita anche ai due best seller della Maison: Ernesto, dedicato a Che Guevara e Madurai. Sono in cera di soia le Classic Candles di Le Labo, marchio cult amato da creativi visionari e trend setter di tutto il mondo. Realizzate artigianalmente con una miscela personalizzata di cere e con stoppini in fibre naturali, versate a mano e confezionate in vasetti di vetro, sono ricche di oli essenziali profumati che regalano immediatamente un’esperienza olfattiva unica. Figue 15, ad esempio, riporta alla mente il tepore del sole e la tranquillità di un pomeriggio d’estate grazie alle note di fico e ribes nero.

courtesy of Ofioca

Sceglie invece la forma di un cappello, l’ultima creazione di Acqua di Parma realizzata dalla interior designer Dorothée Meilichzon. Un nome che è un’allusione all’espressione francese complimenti e alle iconiche cappelliere del brand. La silhouette di questo oggetto di design rivela una doppia anima: due candele che giocano con un contrasto di nuances e finiture. L’energia vibrante del giallo, colore simbolo della Maison, incontra la purezza del bianco, mentre la sensazione tattile della texture biscuit contrasta con la lucentezza della smaltatura. Un oggetto pensato per la casa, nato dal savoir-faire italiano che celebra la freschezza e la gioia di vivere con note di agrumi, patchouli, petit grain e vetiver. Punta su un design minimale e la semplicità di nero e bianco, Byredo, marchio di fine fragrances che si ispira alle atmosfere estive con Summer Rain, interpretazione olfattiva di una parentesi di pioggia in una torrida giornata, dove le note di basilico e menta verde si fondono con i sentori di fico, zenzero e legno di sandalo.

Nascono in un laboratorio artigianale sulle sponde del lago di Bracciano e sono colate a mano con ingredienti vegetali sostenibili, le candele di Ofioca, nuovo marchio che si ispira allo zodiaco e prende il nome proprio dal tredicesimo segno, Ofiuco, che rappresenta la saggezza, la trasformazione e l’equilibrio. Una profumazione differente per ogni segno astrologico. La più estiva? Quella dell’Acquario che fonde le note di limone a quelle della menta marocchina, del muschio bianco e degli aghi di pino e che riporta alla mente una passeggiata tra pini marittimi secolari in una calda mattina d’estate.

courtesy of Acqua di Parma

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter