La dolce estateIl profumo che celebra la passione equilibrata e tenace dell’età adulta

È la fragranza “Light Blue” di Dolce & Gabbana, che torna in una nuova edizione dalle note di legno d’ambra. La protagonista dello spot ufficiale è ancora Bianca Balti, avvolta dall’azzurro del mare dei Faraglioni di Capri. Stavolta, però, rappresenta la dolcezza tenera e sospesa della maturità

Courtesy of Dolce & Gabbana

È quasi estate e subito si dischiudono davanti a noi scorci improvvisi di isole, paesaggi lambiti dal sole e i massi dei Faraglioni. Inevitabile non pensare alle potenti ed erotiche atmosfere evocate da Dolce & Gabbana durante quella prima campagna ormai risalente a più di un decennio fa. Giovani erano i protagonisti, rappresentavano l’eccitamento della gioventù, il suo potere. Adesso Bianca Balti, classe 1984, non è più una ragazzina ma una donna, e rappresenta il fascino più lieve e sottile dell’età adulta.

Per questo, il lancio della nuova fragranza Light Blue è un’occasione per celebrare la vita e non più solo il ruggente slancio del suo periodo iniziale. Tutto poteva succedere allora, ma ciò che continua ad accadere? Bianca Balti e David Gandy sono ancora e sempre a dondolare su una barca esposta al cocente sole dell’estate, sulle note di Parlami d’amore Mariù, ma i loro scambi sono venati da tenerezza, bilanci, equilibrio.

courtesy of Dolce&Gabbana

Passione, sì, ma temperata, costante, tenace. E non è detto che non bruci anche più di prima. Si spostano fino a una terrazza di limoni, di cui riusciamo a percepire l’odore acre, persistente. La loro coppia è insomma scandita da tempi diluiti, cadenzati, sospesi. Una tendenza che si contrappone alle le immagini delle ultime campagne del marchio, caratterizzate dall’allegria scomposta dell’adolescenza.

Katy Perry tra gli scossoni delle onde di uno yacht e la musica notturna della taverna Anema&Core, Deva Cassel con le cuffie e la sua massa di capelli ricci a passeggio per il centro di Milano. Qui, invece, è la quiete, il sospiro, la contemplazione. Sarà forse merito anche dell’aggiunta di note d’agrumi, fresche, legnose e ambrate. Addirittura acquatiche. Un’infusione di Cipresso, fiori, sì, come era la base originaria, ma anche Bergamotto di Calabria.

courtesy of Dolce&Gabbana

Il tutto appoggiato sull’aroma vago e dolce della pesca matura. Un omaggio all’artigianalità italiana, alla circolarità delle stagioni, che tornano e portano con sé le stesse cose, pure se il tempo cambia. La sostanza e l’apparenza, in realtà, sono fuse insieme. Coincidono. Cambia solo qualcosa di irrisorio, di futile. Di passeggero.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter