Beach clubLa moda non va in vacanza, ma ti sorprende in spiaggia sotto l’ombrellone

Gli stabilimenti balneari più esclusivi si fanno “ri-vestire” da brand di moda come Dolce&Gabbana, Dior e Jacquemus, per offrire agli ospiti un’esperienza in pieno stile, anche lontano dalle passerelle

D&G Resort x Casa Amor, Courtesy of Dolce&Gabbana

Quest’estate il sogno della dolce vita va in tour tra le coste più amate e le città sul mare più caratteristiche, partendo dal litorale italiano, fiancheggiando la Costa Azzurra fino alla Spagna, per poi lasciare l’Europa e approdare nella calda e soleggiata Dubai. Un viaggio in cui gli amanti della moda potranno abbandonarsi tra salsedine, stampe, sole e colori dei brand più ricercati.

D&G Resort x Le Carillon, Courtesy of Dolce&Gabbana

I resort di Dolce&Gabbana
Si parte da Portofino, lungo la Riviera Ligure, in particolare dal lido Le Carillon, dove ombrelloni, sdraio e sedie sono completamente ricoperte dalla stampa della maiolica, verde e bianca, ricorrente nelle creazioni di Dolce&Gabbana. Con gli stessi colori, ma con un’illustrazione diversa a righe verticali, sono stati decorati, invece, il pop-up, l’area bar e il ristorante Vesta a Portofino, che rende omaggio alla tradizione culinaria mediterranea.

San Domenico Palace, A Four Seasons Hotel (Courtesy of D&G)

Il viaggio prosegue: per ora restiamo in Italia ma spostiamoci nella costa occidentale della Sicilia, dove a Taormina la firma di D&G è tornata al San Domenico Palace, A Four Seasons Hotel (struttura risalente al 1896) con il take-over estivo DG Resort e la nuova pop-up boutique nel bel mezzo dell’ex monastero arroccato sul mar Ionio. 

D&G Resort x Le Carillon, Courtesy of Dolce&Gabbana

A migliaia di chilometri di distanza, invece, per il secondo anno successivo, il motivo della maiolica usato da D&G a Portofino – ma in bianco e in “Blu Mediterraneo” – tappezza lo stabilimento de La Cabane di Marbella, sulla costa andalusa. Qui i turisti, oltre a rilassarsi con un cocktail sotto gli ombrelloni – decorati con contrasti cromatici armoniosi della tradizione siciliana – potranno gustare i piatti di Dani García. Infatti, lo chef due stelle Michelin presenterà in esclusiva Dolci Room a tema carretto siciliano, una selezione di dessert studiata ad hoc per essere servita a fine pasto.

D&G Resort x La Cabane, Courtesy of Dolce&Gabbana

Infine, il brand italiano ha scelto la vibrante Saint Tropez, più precisamente al lido Casa Amor. Qui, il take-over creativo D&G Resort si risolve nell’unione dei colori caldi degli arredi bohémien, tipici della città francese, con quelli vivaci del carretto siciliano in cui si alternano giallo, blu, rosso, bianco, azzurro e verde. Nel cuore della spiaggia di Pampelonne, a Ramatuelle, i fregi e le decorazioni della tradizione siciliana pervadono tutti gli spazi, compresi quelli del ristorante guidato dallo chef Zouhair, che ha pensato a un’esperienza gastronomica che combina le princiapli tradizioni culinarie del mondo. 

Plage de la Bonne Terrasse secondo Jacquemus
Senza alcun bisogno di allontanarci, a pochi chilometri di distanza da Saint Tropez, il brand francese che ha catturato l’attenzione mondiale in pochissimo tempo ha deciso, invece, di allestire gli spazi di Plage de la Bonne Terrasse di Ramatuelle. Nei pressi della spiaggia, infatti, è possibile accedere al pop-up allestito in collaborazione con Indie Beach, che gestisce gli stabilimenti balneari di lusso, e arredato con le linee stilistiche tipiche della maison.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da INDIE BEACH (@indiebeachpampelonne)

Il litorale su cui si estende Plage de la Bonne Terrasse cattura l’attenzione grazie agli ombrelloni firmati Jacquemus, ispirati agli anni Settanta, con un motivo a strisce irregolari in giallo e bianco; per completare l’opera sono state predisposte, in punti strategici, alcune tavole da surf decorative, con lo stesso motivo.

Dior a Dubai
Tra le tappe a cui la moda non ha rinunciato c’è Jumeirah, zona residenziale di Dubai conosciuta per le sue futuristiche spiagge di sabbia. Qui, presso il Four Seasons Hotel, Dior ha messo lo zampino al lido di Nammos, curandone e allestendone gli spazi. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nammos Dubai (@nammos.dubai)

Tra questi c’è la boutique che, per colori e stile, rispecchia a pieno l’identità del brand, e si compone di due installazioni circolari, realizzate con materiali naturali come argilla, sabbia e fibre grezze combinate e lavorate con un innovativo sistema di stampa 3D di WASP. Sedie a sdraio, ombrelloni, bottiglie e cuscini sono decorati con le stampe e tessuto Toile de Jouy, ricamo distintivo di Dior.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter