Fatti di ScienzaIl Ministero usa il traduttore automatico e il “pecorino” diventa “alla pecorina”

Sta girando in Rete, soprattutto sui social media. Ha fatto ridere (per non piangere) un bel po' di gente. E sì, quello che vedete segnalato in blu da questa schermata catturata dal mio computer, è...

Sta girando in Rete, soprattutto sui social media. Ha fatto ridere (per non piangere) un bel po’ di gente. E sì, quello che vedete segnalato in blu da questa schermata catturata dal mio computer, è proprio quello che pensate: “Doggy Style”. Fa sempre piacere quando si finanzia la ricerca italiana, soprattutto se per migliorare le eccellenze del territorio di cui andiamo tanto fieri. Ma magari, allontanarsi dal primo traduttore automatico trovato in Internet…

http://bandi.miur.it/bandi.php/public/fellowship/id_fellow/8503

(marco boscolo)

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter