Che tempio faSuccede altrove: riconosciuta la reversibilità al compagno di un prete defunto

Con una sentenza che farà discutere, la Corte Costituzionale colombiana ha riconosciuto il diritto alla pensione di reversibilità a un uomo di 58 anni, compagno per quasi trent’anni di un sacerdote...

Con una sentenza che farà discutere, la Corte Costituzionale colombiana ha riconosciuto il diritto alla pensione di reversibilità a un uomo di 58 anni, compagno per quasi trent’anni di un sacerdote pensionato scomparso nel maggio del 2008. La Corte ha accolto infatti il ricorso presentato da Pedro (nome di fantasia usato nel testo della sentenza) contro la decisione dell’Instituto de Seguros Sociales (Iss, l’equivalente della nostra previdenza sociale) che aveva rigettato la sua richiesta, negandogli dunque la prestazione, nonostante non avesse mai lavorato fuori casa, dedicandosi ai compiti domestici e dipendendo dunque economicamente dal suo compagno.Da parte della Chiesa cattolica colombiana, per ora, nessun commento

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta