Radical CafeMonferino, l’assessore uno e trino

Il 15 ottobre 2010 l’ing. Paolo Monferino è nominato Direttore della Direzione regionale Sanità in Piemonte. Il 25 novembre 2010, la Regione Piemonte, con determinazione dirigenziale, finanzia la s...

Il 15 ottobre 2010 l’ing. Paolo Monferino è nominato Direttore della Direzione regionale Sanità in Piemonte.

Il 25 novembre 2010, la Regione Piemonte, con determinazione dirigenziale, finanzia la società Indesit Company S.p.A. in relazione al progetto di ricerca denominato Piattaforma lavastoviglie step 3, per l’ammontare massimo di 4 milioni di Euro; con la stessa determinazione impegna e liquida, tramite Finpiemonte, la prima quota del finanziamento, pari a 1.200.000 Euro.

Il 7 dicembre 2010, la Giunta Regionale autorizza l’ing. Paolo Monferino a far parte di quattro consigli di amministrazione di società per azioni e precisamente Indesit Company, Alleanza Toro S.p.A., CNH Global, Ferrari S.p.A.

Nel 2011 Monferino è divenuto Assessore regionale con le seguento deleghe: Tutela della Salute e sanità, Edilizia Sanitaria, A.R.E.S.S., Politiche Sociali e Politiche per la Famiglia.

Spulciando i bilanci di Alleanza Toro Assicurazioni spuntano titoli di industrie farmaceutiche: Glaxo, Roche, Merck & Co., Pfizer Inc.

Spulciando il sito di Indesit Company S.p.A. si apprende che Paolo Monferino fa parte anche del “Comitato Sviluppo Strategico”, che ha “un ruolo consultivo e propositivo nei confronti del Consiglio di Amministrazione per valutare opzioni di sviluppo nell’ambito degli scenari strategici di riferimento”.

Nel momento in cui la Regione Piemonte, con l’Assessore Porchietto, è impegnata ad evitare la chiusura dello stabilimento di None (TO) della Indesit Company, è del tutto evidente la grave situazione di conflitto di interessi in cui si trova e si troverà sempre di più l’Assessore Monferino. Peccato che finora, nonostante le tempestive denunce Radicali, la questione del conflitto di interessi di Monferino sia stata rilanciata solo dalla consigliera regionale Cerutti (SEL).

Opposzione dove sei?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta